mantenere il tempo

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
erpeppo
Esperto
Esperto
Messaggi: 310
Iscritto il: 17 lug 2007, 14:56

mantenere il tempo

Messaggio da erpeppo » 16 feb 2008, 21:42

metromento tic___tic___tic___tic ...
io tic_tic___tic_tic_tic_tic_____tic__tic____tic ...
non ce la faccio proprio
come faccio a farcela?
grazie
Immagine


Fragile
Esperto
Esperto
Messaggi: 728
Iscritto il: 12 mar 2007, 13:54

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Fragile » 16 feb 2008, 22:48

Innanzitutto secondo me devi prima sentire il battito del metronomo e poi prendere il tempo piano piano.
La cosa migliore da fare è abbassare il tempo del metronomo(da 100 bpm a 60 per esempio) e pian piano tornare alla velocità base dell'esercizio, poi dipende da tante altre cose che possono dirti gli altri dato che io il metronomo non riesco ad usarlo bene e quindi provo a sforzare l'orecchio e la mente per capire melodie e così ad andare a tempo.

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Canepazzo » 17 feb 2008, 00:18

Ciao!

Se sei agli inizi comincia con moltissima calma, nessuno ti insegue, l importante è non avere fretta e capire bene il concettodi "metronomo" e di tempo.

Quando iniziai un anno e mezzo fa ad usarlo ci uscivo di testa, poi basta un pò di pazienzina e un pò di concentrazione e vedrai che piano piano prenderai confidenza con questo "magico" aggetto, che, se usato in modo approprieto odierai ed amerai allo stesso tempo.

Allora prima di tutto inizia a pensare al concetto di "tempo" come qualcosa che ha due dimensioni, per cosi dire due spazi.
Un battere e Un levare.

Il battere è il Tac del metronomo. Per intenderci dai una manata sul tavolo della scrivania, il movimento dall alto verso il basso della tua mano, che produce il rumore quando entra in contatto con il tavolo prende il nome di battere okei?

Viceversa il levare si produce quando la tua mano di stacca dal tavolo verso l alto, secondo un movimento che va dal basso verso l alto. Questo è un levare.

Vien da sè che se continui a muovere su e giu la mano avrai un battere ed un levare, un battere ed un levare e cosi all infinito. Ci siamo?

Il problemuccio vieni quando devi cominciare a pensare che sia il battere che il levare hanno due "spazi" equivalenti. Questo significa che un pezzo può attaccare in battere (quindi comincerai con un pennata in giu o in levare, cioè con una pennata in su). Ma per ora non complichiamoci la vita...


Chiarito questo che fare?

Prendi il metromo e impostalo su una velocità che per te sia bassa-normale.ok?

Comincia con un esercizietto come il ragnetto, una cosa semplice semplice.
Inizia ovviamente semplicemente suonando una nota ogni tac del metronomo per farti prendere confidenza con il concetto di tempo.

Ricorda ogni TAC corrisponde ad una nota, non puoi sbagliarti.

Quando diventarai + bravo ovviamente farai due note per volta, poi 4 e cosi via....ma non avere fretta! è di vitale importanza imparare bene bene.

Spero di averti chiarito un pò le idee :ciauz:
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards

Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Dark Angel » 17 feb 2008, 10:22

Cosimino ti ha spiegato tutto alla perfezione, segui i consigli.

Comunque alcuni si battono anche il tempo con il piede (prova a guardare un video di Clapton, ma forse anche Emmanuel se non sbaglio.). Non è un metodo sicuro, è una specie di metronomo fai da te, quindi dovresti riuscire a battere il piede senza mai cambiare velocità, indipendentemente da ciò che fai sulla chitarra. Ad ogni modo, anche se questi grandi chitarristi lo fanno, a me lo hanno proibito quando suonavo il piano. Non so il perchè, forse solo perchè non è il massimo dell'eleganza....

Comunque fai come dice Cosimino prima di tutto...ho da poco ricominciato anche io a fare esercizi con metronomo, e dopo un po' ci si prende la mano :Very Happy:
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

Avatar utente
Cosimino
Maestro
Maestro
Messaggi: 6470
Iscritto il: 16 dic 2006, 12:35
Località: modena

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Cosimino » 17 feb 2008, 12:11

:Very Happy: Dark io non ho parlato è stato Canepazzo... però effettivamente sono consigli preziosi per l'utilizzo dello strumentino malefico! ma aggiungo anche che odio il metronomo e ormai è chiuso nel cassetto e li stà bene IMHO! :lol:


Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Dark Angel » 17 feb 2008, 20:21

Cosimino ha scritto::Very Happy: Dark io non ho parlato è stato Canepazzo... però effettivamente sono consigli preziosi per l'utilizzo dello strumentino malefico! ma aggiungo anche che odio il metronomo e ormai è chiuso nel cassetto e li stà bene IMHO! :lol:
Opps, errore mio, scusate...la vecchiaia :lollol:
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: mantenere il tempo

Messaggio da ma200360 » 18 feb 2008, 23:17

Voorei solo sottolineare l' importanza di imparare a usare il metronomo. Ne ho avuto la riprova in sala di registrazione, la settimana scorsa: continuavo a "ondeggiare" intorno al click, se non ci facevo più che attenzione, e molto spesso mi è toccato rifare la parte, con dispendio di tempo, fatica e denaro.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Canepazzo » 19 feb 2008, 00:21

Io credo che il metronomo sia imprescindibile se uno vuole studiare ed esercitarsi correttamente, aiuta tantissimo. :ciauz:
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards

Avatar utente
Daron1988
Esperto
Esperto
Messaggi: 492
Iscritto il: 05 giu 2007, 00:32

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Daron1988 » 19 feb 2008, 22:06

Io non ho mai usato il metronomo .. però ultimamente per necessità (registrazione della demo del gruppo) il batterista lo ha usato e di conseguenza lo abbiamo utilizzato pure noi. Però credo di avere la fortuna , se cosi si può chiamare , di possedere il senso del ritmo .. cioè fin da piccolo ho avuto il vizio di prendere il tempo di qualsiasi canzone e battere le dita su qualsiasi cosa , o le penne se ero a scuola , insomma qualsiasi cosa mi fosse davanti :Very Happy: (si , in stile pazzoide piu' o meno) e credo che nonostante sembri una cavolata , mi è servito tantissimo poi quando ho iniziato a suonare ! Perchè mi viene quasi naturale non andare fuori tempo poi è ovvio che può succedermi perchè non sono un robot :Very Happy:
(tutti mi consigliavano di suonare la batteria .. che spero di poter imparare .. in un qualche tempo.. manca la voglia ... :pianto: )

Avatar utente
weo
Principiante
Principiante
Messaggi: 13
Iscritto il: 25 lug 2007, 09:26
Località: lucca

Re: mantenere il tempo

Messaggio da weo » 21 feb 2008, 09:29

Anch'io ho lo stesso problema, o quasi...
diciamo che il tempo riesco a tenerlo, sia che uso il metronomo ma anche mentalmente.
Il problema per me sono le pennate...
Non riesco mai ad azzeccare il momento giusto per il levare, quindi diventano insidiose le riff più complicate.
Il mio problema è la mano destra, non riesco a farli fare il corretto movimento in giù e su (battere e levare) il movimento che faccio in su molto spesso non lo do sulle corde, invece magari velocizzo la mano e do un'ulteriore colpo in giù... non so se mi sono spiegato...
ESEMPIO:
b: battere
l: levare

se questa è la riff:
b-l-b-l
io magari faccio:
b-b-b-b
con la mia mano destra...

cioè il suono è lo stesso, ma è scorretto in quanto stravolgo un poco il concetto di battere e levare. Poi in riff complicate il tutto diventa molto più insidioso e molto spesso altero la natura della canzone

Qualcuno ha dei consigli?
"I'm coming down to take you all!" W.A.S.P. - Loco_motive Man

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Re: mantenere il tempo

Messaggio da ma200360 » 21 feb 2008, 09:56

weo ha scritto:Anch'io ho lo stesso problema, o quasi...
diciamo che il tempo riesco a tenerlo, sia che uso il metronomo ma anche mentalmente.
Il problema per me sono le pennate...
Non riesco mai ad azzeccare il momento giusto per il levare, quindi diventano insidiose le riff più complicate.
Il mio problema è la mano destra, non riesco a farli fare il corretto movimento in giù e su (battere e levare) il movimento che faccio in su molto spesso non lo do sulle corde, invece magari velocizzo la mano e do un'ulteriore colpo in giù... non so se mi sono spiegato...
ESEMPIO:
b: battere
l: levare

se questa è la riff:
b-l-b-l
io magari faccio:
b-b-b-b
con la mia mano destra...

cioè il suono è lo stesso, ma è scorretto in quanto stravolgo un poco il concetto di battere e levare. Poi in riff complicate il tutto diventa molto più insidioso e molto spesso altero la natura della canzone

Qualcuno ha dei consigli?
Sempre lo stesso: esercizio, esercizio, esercizio.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Daron1988
Esperto
Esperto
Messaggi: 492
Iscritto il: 05 giu 2007, 00:32

Re: mantenere il tempo

Messaggio da Daron1988 » 21 feb 2008, 12:04

weo ha scritto:Anch'io ho lo stesso problema, o quasi...
diciamo che il tempo riesco a tenerlo, sia che uso il metronomo ma anche mentalmente.
Il problema per me sono le pennate...
Non riesco mai ad azzeccare il momento giusto per il levare, quindi diventano insidiose le riff più complicate.
Il mio problema è la mano destra, non riesco a farli fare il corretto movimento in giù e su (battere e levare) il movimento che faccio in su molto spesso non lo do sulle corde, invece magari velocizzo la mano e do un'ulteriore colpo in giù... non so se mi sono spiegato...
ESEMPIO:
b: battere
l: levare

se questa è la riff:
b-l-b-l
io magari faccio:
b-b-b-b
con la mia mano destra...

cioè il suono è lo stesso, ma è scorretto in quanto stravolgo un poco il concetto di battere e levare. Poi in riff complicate il tutto diventa molto più insidioso e molto spesso altero la natura della canzone

Qualcuno ha dei consigli?
Io facevo esattamente cosi appena ho iniziato a suonare , poi provando sempre con l'alternata (che all inizio mi sembrava impossibile) ora non posso farne a meno perchè da molta piu velocità ! Comunque credo che la pennata singola ( se si chiama cosi ) sia indispensabili solo in rari casi.. ho visto dei gruppi utilizzarla ogni tanto , in riff veloci che prendono 2 corde.


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti