improvvisazione

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

zazà75
Principiante
Principiante
Messaggi: 23
Iscritto il: 23 dic 2007, 07:13

improvvisazione

Messaggio da zazà75 » 03 gen 2008, 15:42

ciao a tutti...volevo chiedere se qualcuno sa dirmi dove trovare qualcosa di esauriente sull'improvvisazione...ho studiato teoria anni fa,ed u tilizza le varie ditegiature delle tonalità naturali,minore armoniche e minori melodiche(il mio maestro di allora,venuta da insegnamenti classici ha sempre disdegnato pentatoniche,che io per suonare ricavo all'interno delle scale maggiori) e i cosi da lui definiti"fax" vale a dire le varie scale lidie ,misolidie ecc.,vedo che generalmente anche molti grandi chitarristi improvvisano più su pattern e schemi che creando all'interno delle tonalità.Ora veniamo al punto...io con le mie conoscenze suddete vorrei imparare ad improvvisare bene(faccio metal,prog,power e cose del genere),vorrei solo capire bene che tipo di esercizio e di cose mi servono...grazie a tutti coloro che risponderanno :)


Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: improvvisazione

Messaggio da Mirko » 03 gen 2008, 15:55

Secondo me è importantissimo imparare i pattern e dopo aver capito come vengono fuori esercitarsi a passare agevolmente da uno all'altro; in questo modo sarai in grado di improvvisare su tutto il manico rimanendo all'interno di una tonalità ben precisa senza dificoltà...

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

dai un'occhiata qui: http://www.robertovillari.it/music/
Immagine
Sabry Immagine

Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Re: improvvisazione

Messaggio da guitar_adept » 03 gen 2008, 19:17

Ho il tuo stesso problema....a differenza tua pero non ho neanche basi teoriche...mai andato da un maestro e le poche cose che ho capito le ho capite tramite manuali.
Volevo aprire anche io un post del genere per chiarire una volta per tutte la storia dell'improvvisazione, ma a quanto pare quelli che ne sanno veramente qualcosa sono pochi.
Io sono a un livello pressochè inesistente di improvvisazione, quello che faccio è chiedere la tonalità di una canzone al tastierista ( dato che l'unico modo che so per capire la tonalità è vedere il primo accordo della canzone, siccome pero non è sempre cosi e non so per quale motivo, mi affido al tastierista ). Dopodichè uso la scala pentatonica di quella tonalità in 2 posizioni diverse perchè le altre le devo imparare ancora a memoria.
Va da sè che posso improvvisare si e no 20 secondi prima di rendermi noioso...:D
Qualche Guru ci salvi.
There is no mask

Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: improvvisazione

Messaggio da Mirko » 03 gen 2008, 19:39

Non ti seguo...
Con le poche posizioni che ho postato sei ingrado di improvvisare su qualunque tonalità maggiore o minore naturale su tutto il manico da cima a fondo....
Un pattern suona le note di un modo della scala che segue o precede gli altri sempre alla stessa maniera.

Se tieni conto che le pentatoniche sono comprese tra quelle posizioni....
Dov'è il problema?

Sono cose piuttosto semplici, e io sono praticamente un autodidatta dato che ho fatto qualche mese di chitarra classica in cui queste cose non c'entrano niente.....

La teoria su internet c'è tutta, anche qui ci son parecchi post dove si parla di modi e tonalità......
Il link che ho postato prima cmq è molto utile.
Immagine
Sabry Immagine

Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Re: improvvisazione

Messaggio da guitar_adept » 03 gen 2008, 22:17

Il problema è che con tutto che ho letto anche i tuoi consigli non ho capito...sarò cerebroleso ma non ho capito.
Quelle posizioni che hai postato tu che sono? ( pattern ok...stessa cosa dei box della pentatonica?)
Dove si applicano?
Su quali tasti?
Per farti capire con tutto che me li imparo a memoria non so ancora come applicarli.
Grazie dell'aiuto
There is no mask


Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: improvvisazione

Messaggio da Mirko » 03 gen 2008, 23:21

Forse ti manca un pò di teoria.
I pattern sono figure fisse utilizzabili per suonare le scale e quindi improvvisare o comporre in maniera molto agevole.
Il primo pattern suona le note del primo modo di una qualunque scala maggiore (o relativa minore) per più di 2 ottave....
La sequenza di toni e semitoni del primo modo di una qualunque scala maggiore è sempre la stessa;
ne consegue che questo pattern lo suoni in un punto della tastiera a seconda della tonalità in cui vuoi muoverti;
é una figura quindi tarsportabile in tutti i punti del manico.
Fino qua ci sei? Sai cosa sono i modi, le scale maggiori minori e le tonalità?

Prima di imparare le posizioni a memoria leggi quello che non sai dal link che ho postato prima, è tutto spiegato molto chiaramente.
Chiedi pure se non capisci qualcosa....
Immagine
Sabry Immagine

Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Re: improvvisazione

Messaggio da guitar_adept » 04 gen 2008, 11:13

Penso di aver capito la storia dei pattern....in pratica ogni pattern puo essere suonato in qualsiasi tonalità ed è uguale per tutte le tonalità...giusto?
Si la teoria mi manca eccome.
Cio che conosco sui modi è il fatto che si costruiscono da una scala maggiore.
Es. di Do ( quindi tonalità di Do, anche detta tonica )

Do Re Mi Fa Sol La Si Do che è una scala maggiore quando rispetta la distanza T T S T T T S

si costruiscono partendo dalla prima all'ultima nota ( seguendo la stessa distanza di prima ):

1° Ionico (che è uguale alla scala maggiore ) Do Re Mi Fa Sol La Si Do
2° Dorico Re Mi Fa Sol La Si Do RE
etc...

Purtroppo anche se so cosa sono i modi e come si costruiscono non li so applicare all'improvvisazione.
Le scale maggiori si costruiscono rispettando la distanza di intervalli che ho scritto prima, quelle minori invece hanno un altro tipo di schema da seguire, ora non ricordo qualè ma su quel sito c'è scritto.
Ho trovato una versione di quel sito in pdf...completamente gratuita e senza errori di scrittura dovuta al codice usato per metterli sul sito. Se volete posso allegarlo al post. E' davvero molto utile ma come vediMirko anche avendo il materiale zoppico un po...spero sia normale.
:D
Grazie mille
There is no mask

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: improvvisazione

Messaggio da darkfender » 04 gen 2008, 13:53

Quando sai i pattern hai le basi...
Poi cominci a studiare bene e a usare gli arpeggi sempre nei box, è il segreto di molti grandi improvvisatori (forse la maggior parte).

Se vedi una scala come
gradi
I-II-III-IV-V-VI-VII

puoi anche vederla come:
I-III-V-VII-IX-XI-XIII
avendo le stesse note..solo che in questo caso avrai un modo di vedere gli intervalli che meglio si sposa e si intreccia alla base ritmica.

Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Re: improvvisazione

Messaggio da guitar_adept » 04 gen 2008, 14:18

O_O

Non ho capito minimamente niente di cio che hai scritto. :Ok:

:capo:
There is no mask

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: improvvisazione

Messaggio da darkfender » 04 gen 2008, 15:48

scala maggiore di Do

può essere:
Do-Re-Mi-Fa-Sol-La-Si come diteggiatura e intervalli
ma può anche esser vista come:
Do-Mi-Sol-Si-Re-Fa-La

Vederla in questo modo vuol dire staccarsi dalla visione comune di tonalità e potersi adattare più facilmente a ogni accordo e passaggio....

è una delle basi del fraseggio jazz e fusion volendo, ma è usato anche dai grandi chitarristi che controllano bene quali note far cadere su ogni accordo nelle improvvisazioni.

Avatar utente
davi25
Esperto
Esperto
Messaggi: 333
Iscritto il: 21 dic 2006, 14:58

Re: improvvisazione

Messaggio da davi25 » 04 gen 2008, 16:21

qui di seguito ti e vi inserisco delle scale fondamentali per l'improvvisazione create da me (o per meglio dire copiate da me).
Le scale sono tutte in Do con le relative minori (LA-)
La sequenza imparatela e scordatela, nel senso che durante un improvvisazione dovete inserirci bending, tremolo, SWEEP PICKING (ok un po troppo :Very Happy: ) e non suonare le note nella struttura: Do-Re-Mi-Fa-Sol-La-Si... ma alternate e soprattutto sappiate dare alle note la giusta durata e la giusta valenza nel contesto della musica.
Per il resto mettete il cuore al posto delle mani e vedrete che un buon risultato sarà acquisito quanto mai con il tempo.

:ciauz:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
guitar_adept
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 150
Iscritto il: 25 apr 2007, 20:13

Re: improvvisazione

Messaggio da guitar_adept » 04 gen 2008, 16:58

Grazie davi e darkfender troppo gentili.
Ma devo chiedervi qualche delucidazione :D
x davi:
Il fatto che dici sono tutte in Do...significa che è in tonalitò di Do giusto?
E quando devo usare tutte queste scale che mi hai dato? Quando la tonalità è in Do? Quando suono l'accordo di Do?
Dove stanno i modi nelle scale che mi hai dato? Centrano qualcosa? Perche? Vuoi uccidermi o posso continuare a fare domande anche banali ( cosa che per me non sono ma per voi forse si ) :D

x darkfender
può essere:
Do-Re-Mi-Fa-Sol-La-Si come diteggiatura e intervalli
ma può anche esser vista come:
Do-Mi-Sol-Si-Re-Fa-La

Perchè puo essere vista come dici tu?
E perchè si sposa meglio con la base ritmica?

Scusate davvero se sembrano domande banali ma ve l'ho detto faccio fatica a capire il meccanismo ancora.
Ricapitolando vi spiego cosa intendo (per farvi capire cosa vorrei fare ):
- es.: Quando devo imparare un pezzo nuovo e magari l'assolo non mi piace voglio crearcene uno sopra io devo seguire dei passi...io finora trovata la tonalità ci faccio sopra la pentatonica di quella tonalità.stop.( mi sembra pochino no? )
- vorrei registrare una serie di accordi suonati da me per poi suonarci sopra un assolo ( se invento accordi a caso che ci suono poi sopra? ahahah cose a caso? :D ).
- Ogni modo ha una sua sonorità, il frigio è dark, il lidio è allegro etc...come posso usarli per cambiare l'enfasi di un assolo?
anzi prima ancora, come uso i modi...quando li suono...perchè?

Questo topic lo voglio up a vita!
:D

:band: grazie ancora
-
There is no mask

Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Re: improvvisazione

Messaggio da silente » 04 gen 2008, 18:03

Prova a fare una base mono-accordo e prova tutti i modi. Se fai un accordo minore noterai che ci suonano bene tutti i modi minori (ma non solo) cioè quelli che hanno la terza che dista un tono e mezzo dalla tonica, mentre su accordi maggiori i modi maggiori (terza a due toni dalla tonica). Ma secondo me questi discorsi sono molto avanzati per chi chiede l'ABC dell' improvvisazione. Per me se sei agli inizi dovresti imparare a improvvisare su una "squallidissima" pentatonica minore, estenderla in un secondo tempo alla maggiore, e alla fine saperla usare in tutti i suoi 5 modi. Poi se la tua anima non troverà pace, allora approfondirai con le maggiori, minori (tutte), i modi, la diminuita, l' alterata, l' enigmatica, orientale, ungherese e perfino la napoletana...azz mi dimenticavo la cromatica :Very Happy: . Naturalmente anche gli arpeggi che, come diceva Dark, aprono un universo infinito. :ciauz:
ImmagineIl Cantagallo Podcast

Avatar utente
Dark Angel
Maestro
Maestro
Messaggi: 2724
Iscritto il: 09 ago 2007, 22:52

Re: improvvisazione

Messaggio da Dark Angel » 05 gen 2008, 12:08

Io non ho capito la storia degli arpeggi... ??
Tired of lying in the sunshine staying home to watch the rain
You are young and life is long and there is time to kill today
And then the one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun

And you run and you run to catch up with the sun, but it's sinking
And racing around to come up behind you again
The sun is the same in the relative way, but you're older
And shorter of breath and one day closer to death

Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: improvvisazione

Messaggio da Mirko » 05 gen 2008, 12:37

Nemmeno io ma pare molto interessante...

Forse si riferisce al suonare note ad intervalli di terza all'interno dei box, arpeggiando quindi le note che compongono gli accordi di quella tonalità.
In questo modo ci si abitua ad abbinare ad un box-modo un tipo di accordo, e quindi ci si ricollega alla visione della scala maggiore come Do-Mi-Sol-Si-Re-Fa-La che sono poi i gradi I-III-V-VII-IX-XI-XIII....

Non ho mai fatto nulla del genere ma mi sembra una grande cosa....sempre se ho capito :rocken:
Immagine
Sabry Immagine


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti