Importanza del riscaldamento

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Importanza del riscaldamento

Messaggio da Canepazzo » 12 ott 2006, 16:07

Ciao ragazzi, ormai sono un pò di giorni che mi esercito quotidianamente e volevo sentire la vostra su questa cosa. Dato che per anni ho vissuto nella + totale anarchia chitarristica ora sto dando tantisssimissssima importanza al riscaldamento della mano sinistra prima di darci veramente dentro, credo che sia veramente una cosa fondamentale e importante e che forse viene un pò trascurata magari da chi, come il sottoscritto, ha imparato da autodidatta.
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards


Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Re: Importanza del riscaldamento

Messaggio da David » 12 ott 2006, 16:12

Canepazzo ha scritto:Ciao ragazzi, ormai sono un pò di giorni che mi esercito quotidianamente e volevo sentire la vostra su questa cosa. Dato che per anni ho vissuto nella + totale anarchia chitarristica ora sto dando tantisssimissssima importanza al riscaldamento della mano sinistra prima di darci veramente dentro, credo che sia veramente una cosa fondamentale e importante e che forse viene un pò trascurata magari da chi, come il sottoscritto, ha imparato da autodidatta.
Già, molte volte non gli si dà importanza, eppure, come tu ben dici è importantissimo. Io lo faccio sempre, prima di studiare e devo dire che poi mi sento "un gallo" con la chitarra :D

Ottimo topic, Canepazzo :D

Frank
Principiante
Principiante
Messaggi: 27
Iscritto il: 13 set 2006, 22:23

Messaggio da Frank » 12 ott 2006, 19:54

xchè non spiegate ke esercizi fate x riscaldarvi?????
:D

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Messaggio da Canepazzo » 12 ott 2006, 23:16

beh, io faccio soprat esercizi per riscaldare le dita, lungo tutta la tastiera, subito abbastanza lentamente, poi mano a mano che la mano si scalda aumento la velocita..ad esempio scale, o normali esercizi per la plettrata alternata. Trovo che sia molto utile, anche perchè prima quando partivo a razzo mi si affaticava di brutto la mano se era un pò che stavo fermo, cosi invece sento meno la fatica e la mano risponde molto molto meglio anche a accordi difficili da eseguire.

è vero, dopo un pò di riscaldamento la mano risponde decisamente meglio, ed è anche + divertente suonare :D
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Messaggio da Eric Johnson » 13 ott 2006, 14:16

Come riscaldamento sarebbe ancora meglio effettuare una scala qualsiasi nella quale si diteggino note a tre tasti adiacenti (esempio : 3o tasto----5o tasto----7o tasto)cosi per tutte le corde,all'inizio lentissimo e poi aumentando la velocità solo dopo un pò..

Alcune tipologie di scale armoniche minori e soprattutto alcune tra diminuite,aumentate ed esatonali aiutano moltissimo in questo esercizio a "dita larghe" ...

Io uso questo "strano" metodo apparentemente,ma da quando lo pratico vi assicuro,apparte il non sentire più la fatica,la mia mano và molto più veloce e soprattutto aiuta molto nelle mani troppo rigide che creano il famigerato tremore durante gli assoli(problemino iniziale che grazie a questo esercizio ho completamente risolto!).
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine


dudu junior
Maestro
Maestro
Messaggi: 1184
Iscritto il: 29 dic 2006, 09:34
Località: Venezia

Messaggio da dudu junior » 24 gen 2007, 09:52

riscaldamento un tema importantissimo ci pensavo sti' giorni a me ci vuole x forza e dopo come dice david sono un galletto anchio :ciao:

Avatar utente
wawo
Maestro
Maestro
Messaggi: 1212
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:12
Località: Matera

Messaggio da wawo » 24 gen 2007, 10:01

beh io come riscaldamento di solito faccio la classica scala maggiore e scala pentatonica di La aumentando la velocità.......prima non ne facevo affatto, cominciavo e basta ed i risultati si sentivano purtroppo :pianto:
se avete qualche altro esercizio da suggerire, fate pure :ciauz:

lupo2007
Principiante
Principiante
Messaggi: 44
Iscritto il: 18 nov 2006, 17:11

Messaggio da lupo2007 » 24 gen 2007, 11:35

io faccio i cromatismi, come già detto, con velocità progressiva.

ma prima faccio un esercizio per sciogliere i polsi:
incrocio le dita delle due mani (un po come fa con le ragazze, per intendesi...) in modo che rimangano solidali tra loro (senza stringere, lasciare le mani rilassate). poi comincio a ruotar e i polsi.
l'ho visto fare agli attrezzisti alle scorse olimpiadi... trovo un po di giovamento.
Chitarra: Epiphone Les Paul Studio - Pedaliera: Digitech RP200

Y. Malmsteen
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 135
Iscritto il: 05 set 2006, 16:35

Re: Importanza del riscaldamento

Messaggio da Y. Malmsteen » 24 gen 2007, 13:06

Canepazzo ha scritto:Ciao ragazzi, ormai sono un pò di giorni che mi esercito quotidianamente e volevo sentire la vostra su questa cosa. Dato che per anni ho vissuto nella + totale anarchia chitarristica ora sto dando tantisssimissssima importanza al riscaldamento della mano sinistra prima di darci veramente dentro, credo che sia veramente una cosa fondamentale e importante e che forse viene un pò trascurata magari da chi, come il sottoscritto, ha imparato da autodidatta.
QUOTO!!!!!!
Anche io sono molto d'accordo, mi riscaldo facendo prima esercizi del tipo indice-medio, indice-anulare, indice-mignolo, medio-anulare, medio-mignolo, anulare-mignolo e faccio da sopra a sotto e poi al contrario. poi faccio dei cromatismi

Avatar utente
][AnDrE][
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1743
Iscritto il: 17 giu 2006, 11:26
Località: Prov Asti

Messaggio da ][AnDrE][ » 25 gen 2007, 21:54

è molto utile soprattutto se suoni in un garge dove nn tipuoi scaldare moltissimo(:)) sennò ti si incricca la mano molto facilmente e assoli at salut!
La funzione "Cerca" è tua amica!! :ciao:

Sono pochi, quei pazzi, che decidono di vivere la propria vita con vera originalità. Preferendo al ritratto d'autore, un imperfetto capolavoro del proprio,inimitabile, essere.

Tra il dire e il fare, c'è di mezzo il sognare.

Avatar utente
simo_slash
Maestro
Maestro
Messaggi: 1421
Iscritto il: 29 ago 2007, 21:06

Messaggio da simo_slash » 03 set 2007, 17:49

o se no... 1:( senza chitarra ) devi provare a far ticchettare le mani: indice, medio, anulare, mignolo... come se fossi agitato
2: Fai andare le dita: mignolo (mano destra), indice (mano sinistra), anulare (mano dx), medio (mano sx) e continua così su tutte le dità...
3: Io faccio sempre prima di suonare la ascala maggiore, penatatonica di Mi
:rocken: :rocken:

valerio
Principiante
Principiante
Messaggi: 16
Iscritto il: 19 ago 2007, 17:09

Messaggio da valerio » 03 set 2007, 20:29

e dopo l'allenamento fate pure stretching :D aumenta l'elasticità e la resistenza dei muscoli


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti