Imparare il vocabolario

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Imparare il vocabolario

Messaggio da odos » 12 mag 2008, 01:40

Ciao a tutti

visto le molte discussioni a riguardo, mi piacerebbe portare alla vostra attenzione una paginetta breve tratta dalle centinaia di interessantissime lezioni del sito Jazzitalia.

La teoria è molto spicciola, ma personalmente la ritengo un piccolo modello che dovrebbe orientare il nostro studio: imparare a suonare come imparare una lingua, aggiungere sempre più espressioni al nostro vocabolario sia imitando sia studiando per conto nostro, e poi dimenticare tutto nell'improvvisazione e semplicemente esprimerci, parlare, come abbiamo imparato a farlo.

qui qualche semplice esempio. Spero possa esservi utile come modello
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"


Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: Imparare il vocabolario

Messaggio da odos » 13 mag 2008, 01:21

Vabbè, visto l'entusiasmo... :Very Happy:

provo a esplicitare quali conseguenze può avere secondo me un approccio del genere in riferimento alle domande che ricorrono più spesso

1) una scala non è nulla, se non un'impalcatura. Dentro una sola scala ci sono infinite idee cioè infinite espressioni. Non ha senso chiedere più scale visto che una scala contiene infiniti vocaboli, ne bastano già due o tre per poter suonare sul 90% di pop/rock/blues.

2) Se si suonano sempre le solite quattro frasi, e non si sa come improvvisare con una scala, è perchè si ha un vocabolario povero. Bisogna studiare di più e imitare di più

3) Studiare e conoscere la teoria non limita l'espressività, ma la espande. Per avere gusto, bisogna anche avere qualcosa tra cui decidere cosa scegliere. L'istinto viene dopo la ragione

4) Lo stile personale viene dopo aver imitato gli altri e non prima. Prima si impara a parlare, e poi si sceglie come farlo

5) Ognuno parla la propria lingua, i Dream Teather, così come Gary Moor. Il tutto sta nel capirle, e sentire che hanno da dire

Siccome ho la febbre, e più che caxxegiare in internet non posso fare, spero che il mio tono da falso sapientino presuntuoso irriti almeno qualcuno, e se ne viene fuori qualcosa di più, tutto di guadagnato :ciao:
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"

Avatar utente
Mirko
Maestro
Maestro
Messaggi: 1242
Iscritto il: 08 nov 2006, 22:35

Re: Imparare il vocabolario

Messaggio da Mirko » 14 mag 2008, 21:59

Sono d'accordo con te.


Certo zappare a caso....ehm...cioè suonare col cuore, con l'anima, sfoggiando presunta sensibilità musicale......è più facile e fa più rocker :Very Happy:

:band:
Immagine
Sabry Immagine


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti