E' importante saper leggere lo spartito?

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Apprentice
Principiante
Principiante
Messaggi: 9
Iscritto il: 25 ott 2012, 16:14

E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Apprentice » 28 ott 2012, 21:44

Come da titolo la domanda che voglio porvi è: e' importante saper leggere lo spartito per chi suona la chitarra elettrica? Motivate le risposte ovviamente :yourock:


Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da perrycoloso » 28 ott 2012, 22:09

io sono praticamente incapace a leggere uno spartito
però più cose sai fare più cose potranno venirti utili in futuro!!!
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
Henry97
Maestro
Maestro
Messaggi: 1069
Iscritto il: 08 set 2011, 08:22
Località: Dolo, Venezia.

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Henry97 » 28 ott 2012, 22:30

Più che altro nella chitarra è importante saper leggere le tab...
Neanche io so leggere lo spartito: vado a naso e mi scrivo le note in alto con la matitina, come i bambini di sei anni che cominciano a suonare il piano...
Un mio amico suona l'assolo di One col violino (quello in tapping) dopo avergli dato solo un paio d'occhiate, io sto a malapena dietro alla linea di basso :pianto:
Maestro... Io?

REGOLAMENTO DEL FORUM
Immagine

Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Frusciante » 29 ott 2012, 01:09

Henry97 ha scritto:Più che altro nella chitarra è importante saper leggere le tab...
Oltre al fatto che leggere le Tab penso sia abbastanza semplice, ma rimanere attaccati alle tab è deleterio a lungo andare.



Ritornando alla domanda principale, posso risponderti che dipende se può esserti utile. Ad un livello professionale chiaramente saper leggere uno spartito è utilissimo ed importante.
Nella musica classica e nel jazz si utilizzano solo ed esclusivamente spartiti.
Io lo utilizzo anche per mettere nero su bianco determinati licks che mi piacciono od alcune mie piccole composizioni.

Altrimenti (come in tutte le cose) credo serva a ben poco saper fare qualcosa ma nn farla mai.
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Varel » 29 ott 2012, 02:37

Mi sembra una domanda un po' strana.
E' importante se a te serve, se non ti serve nessuno lo prescrive.
Per me è importante, anche perché una tab non permette di scrivere la musica in modo preciso, riesci a suonarla solo se già conosci e ricordi il brano. A meno che non siano indicate le durate di note e silenzi, ma a quel punto tanto vale usare il pentagramma.

A livello professionale e salvo casi eccezionali saper leggere la musica non è importante ma indispensabile.

Ma al di là dell'importanza pratica trovo che leggere e scrivere musica su una partitura sia estremamente utile anche per la didattica, in quanto trovo che renda più solida la conoscenza e quindi più sicuro il musicista, in quanto di fatto è un modo di scrivere più razionale e completo, che va inevitabilmente a influenzare il modo in cui suoniamo.
In effetti, io non riesco a immaginare come si possa insegnare senza passare per il pentagramma.


blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da blacky123 » 29 ott 2012, 15:18

CHiaramente è importante (magari io sapessi farlo bene). Ovviamente perchè, trattandosi di musica, si deve utilizzare il linguaggio peculiare. Il fatto che poi ci siano vie alternative per suonare come le tabs è un altro paio di maniche. COme dire che se tu sei in Italia non hai mai bisogno di imparare l'italiano potendoti esprimere sempre a gesti.
Poi un altro fatto ancora è dato da quanto questo serva o meno. Naturalmente un utilizzo professionale richiede il saper fare tutto ciò che fa parte di quel settore, mentre qualcosa si può tralasciare in un utilizzo amatoriale, dove ci si concentra sull'aspetto ludico e del risultato finale (d'altronde un pezzo alla fine lo sai suonare, sia leggendo la musica o le tabs o solo ad orecchio).

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da mamasa » 29 ott 2012, 15:47

Mi unisco anch'io al coro.
Saper leggere lo spartito innanzitutto è comodo a prescindere, vuoi per motivi di studio, vuoi per trascrivere un brano, vuoi per imparare un pezzo, vuoi per questo o per quello.
Dal comodo si passa all'utile col progredire dello studio. Al di là della classica e del jazz, è un ottimo aiuto per gli studi armonici e ritmici. Ad esempio, a me viene utilissimo visualizzarmi la scansione ritmica quando devo capire/ricordare passaggi con tempi e cadenze difficili o ingannevoli o che mi suonano "strani".
Dall'utile si passa al fondamentale quando si parla di livelli professionali. Se sei un turnista non è che ti diano la tab o si piazzino lì a spiegarti i passaggi, ti mollano lo spartito e spesso devi suonarlo alla prima. Oppure, se sei un autore/compositore, devi per forza di cose poter trascrivere i tuoi lavori.
Insomma, male non fa. Se sei agli inizi, ti consiglio di imparare anche a leggere lo spartito. Non che sia obbligatorio, ma è molto meglio farlo pian piano e gradualmente piuttosto che ritrovarsi un giorno a doverlo fare in fretta e furia.

Detto questo, io sono una schiappa :Very Happy: . Dal punto di vista ritmico non ho problemi, ma nel riconoscere le note sui righi sembro Forrest Gump.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Varel » 29 ott 2012, 15:54

mamasa ha scritto:
Detto questo, io sono una schiappa :Very Happy: . Dal punto di vista ritmico non ho problemi, ma nel riconoscere le note sui righi sembro Forrest Gump.
Per me è il contrario, riconosco ogni nota al volo, ma ho difficoltà con le ritmiche più incasinate o anche solo non molto prevedibili, proprio perché negli anni mi sono abituato a suonare senza spartito e adesso oltre ad essere poco allenato ho anche perso per strada la capacità di suonare a tempo su uno spartito, per farlo ho bisogno di mettermici e studiarlo a lungo. Stessa cosa per scrivere: ci riesco, ma ci metto un'eternità.

Infatti ora tutto quello che faccio in musica lo leggo sugli spartiti e non su tab e roba simile.
La cosa ha un piccolo problema, e cioè che "tecnicamente" sullo strumento so fare un mare di cose che però non riesco a leggere, quindi prima di poter vedere dei progressi tecnici sarà necessario "essere in pari" con la lettura.
Ogni tanto mi metto anche a fare un po' di solfeggio cantato, che male non fa mai. Ci si sente degli imbecilli, ma oltre a esercitarsi nella lettura si impara meglio a riconoscere i suoni e ad associarli alle note.

Cioè, in verità è tutta roba che più o meno so già fare, ma in un modo impreciso e poco metodico che dà veramente fastidio.
Ultima modifica di Varel il 29 ott 2012, 15:55, modificato 1 volta in totale.

blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da blacky123 » 29 ott 2012, 15:55

mamasa ha scritto: Se sei agli inizi, ti consiglio di imparare anche a leggere lo spartito. Non che sia obbligatorio, ma è molto meglio farlo pian piano e gradualmente piuttosto che ritrovarsi un giorno a doverlo fare in fretta e furia.

Detto questo, io sono una schiappa :Very Happy: . Dal punto di vista ritmico non ho problemi, ma nel riconoscere le note sui righi sembro Forrest Gump.
Supergiusto.

E io anche peggio :Very Happy: :Very Happy:

Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da perrycoloso » 29 ott 2012, 15:58

blacky123 ha scritto:
mamasa ha scritto: Se sei agli inizi, ti consiglio di imparare anche a leggere lo spartito. Non che sia obbligatorio, ma è molto meglio farlo pian piano e gradualmente piuttosto che ritrovarsi un giorno a doverlo fare in fretta e furia.

Detto questo, io sono una schiappa :Very Happy: . Dal punto di vista ritmico non ho problemi, ma nel riconoscere le note sui righi sembro Forrest Gump.
Supergiusto.

E io anche peggio :Very Happy: :Very Happy:
nonostante abbia solfeggiato per sei anni di vita (dai 6 ai 12 suonavo la fisarmonica...perchè l'ho venduta non lo so (ah si per comprarmi una epiphone SG) ma me ne pento ogni giorno) sono del tutto incapace ora a leggere...cioè son anche capace ma mi risulta più facile tirar giù ad orecchio che leggere uno spartito...
per le ritmiche avevo fatto degli esercizi quando avevo iniziato a studiare il fingerpicking di tipo "batteristico" e mi sa che un po' mi hanno aiutato
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Frusciante » 29 ott 2012, 18:26

mamasa ha scritto:Non che sia obbligatorio, ma è molto meglio farlo pian piano e gradualmente piuttosto che ritrovarsi un giorno a doverlo fare in fretta e furia.
Quoto.
Fortunatamente, l'infarinatura l'ho dalle elementari, ma negli ultimi anni mi sono fatto un bel mazzo, soprattutto nella lettura a prima vista.
E non vi dico quando devo solfeggiare in chiave di basso, maleparole a volontà. :fumato:
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Frank Flicker » 29 ott 2012, 20:45

accipicchia! ma voi siete tutti degli studiosi!
sono l'unico che (scuole medie a parte) non ha mai letto uno spartito?

Ovviamente mi rincuora il fatto che gente come Robert Johnson, J. L. Hooker, Muddy Waters e forse anche Jimi Hendrix e chissà quanti altri della stessa risma, non sapevano leggere il pentagramma... Anzi, John Lee Hooker era addirittura analfabeta..!

Avatar utente
Henry97
Maestro
Maestro
Messaggi: 1069
Iscritto il: 08 set 2011, 08:22
Località: Dolo, Venezia.

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Henry97 » 29 ott 2012, 21:36

Io alle medie mai letto uno spartito.
Colpa della chitarra...
Maestro... Io?

REGOLAMENTO DEL FORUM
Immagine

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da mamasa » 29 ott 2012, 21:42

Frank Flicker ha scritto:accipicchia! ma voi siete tutti degli studiosi!
sono l'unico che (scuole medie a parte) non ha mai letto uno spartito?
Macché studioso! Magari! Faccio una faticaccia boia, ho rimandato per anni e anni la lettura dello spartito e ora me ne pento perché mi rendo conto che mi farebbe molto comodo.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

Avatar utente
Frusciante
Maestro
Maestro
Messaggi: 9053
Iscritto il: 19 nov 2007, 16:28

Re: E' importante saper leggere lo spartito?

Messaggio da Frusciante » 29 ott 2012, 21:44

Frank Flicker ha scritto:accipicchia! ma voi siete tutti degli studiosi!
sono l'unico che (scuole medie a parte) non ha mai letto uno spartito?

Ovviamente mi rincuora il fatto che gente come Robert Johnson, J. L. Hooker, Muddy Waters e forse anche Jimi Hendrix e chissà quanti altri della stessa risma, non sapevano leggere il pentagramma... Anzi, John Lee Hooker era addirittura analfabeta..!
io credo nn sia un male non saper leggere uno spartito. Come hai detto tu, tanta gente è arrivata a grandissimi livelli senza sapere dove si colloca un Re su di un pentagramma.

Ti dirò di più.
Il mio maestro mi ha raccontato una storia su Django Reinhardt, il più grande chitarrista manouche.
Franco Cerri, uno dei più grandi e famosi chitarristi jazz italiani, doveva esibirsi con Django in un concerto. Prima di esibirsi cercano di mettersi d'accordo su cosa suonare e come suonarlo. Cerri dice a Django che prima bisogna suonare un Do maggiore(accordo a caso) poi un La minore (altro accordo a caso) etc etc... Django lo interrompe e gli chiede: "Che cos'è Do maggiore(accordo a caso)?".
Quell'uomo nn sapeva nemmeno dare un nome a cosa suonava, ma credo che nessuno se ne sia accorto ascoltandolo.


Edit: per mio fortuna qualche nota l'ho letta sin dalle elementari, quindi mi trovo un pelo avvantaggiato.
un amico ha scritto:V. prima di uscire, deve chiedere il permesso alla chitarra.
un altro amico ha scritto:wa ma stai ancora suonando? sì e fierr! Pigliatell' na pausa.
http://24.media.tumblr.com/tumblr_lkl20 ... o1_400.gif :fumato:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti