Dubbio Accordi

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

ilredelniente
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 01 apr 2007, 20:05

Dubbio Accordi

Messaggio da ilredelniente » 18 mag 2007, 14:17

Ciao a tutti.

Non è tantissimo che suono la chitarra eppure l'altro giorno mi è venuto un dubbio che pensavo di non avere e che mi ha confuso un pò "troppo". La questione credo sia sempilcissima, almeno per voi.

ALLORA:

stavo suonando questo pezzo della canzone dei Nomandi, Un Pugno Di Sabbia:

LA________RE
Che sapore c'è

se la canto, l'inizio "Che" è più alto della parte finale "c'è", giusto? LA DOMANDA E', e allora perchè invece con la chitarra prima faccio il LA e poi invece di fare un suono più basso vado ancora più su con il RE?

Cioè non è che mi stò sbagliato io e che quindi il LA è più alto del RE ????????

Cioè fatemi capire una volta per tutte:

il DO suonato in questo modo x-3-2-0-1-0
il RE x-x-0-2-3-2
il MI 0-2-2-1-0-0
il FA 1-3-3-2-1-1
il SOL 3-2-0-0-3-3
il LA 0-0-2-2-2-0
il SI 2-2-4-4-4-2

fanno tutti parte della stessa ottava ??????? Cioè vengono in successione? Cioè se suono il DO (sempre x-3-2-0-1-0) e poi il RE (x-x-0-2-3-2) mi sono alzato di UN TONO o magari fanno parte di ottave diverse?


AIUTO!!!!!


Grazie a tutti anticipatamente.




________________________


Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Re: Dubbio Accordi

Messaggio da David » 18 mag 2007, 15:29

ilredelniente ha scritto:Ciao a tutti.

Non è tantissimo che suono la chitarra eppure l'altro giorno mi è venuto un dubbio che pensavo di non avere e che mi ha confuso un pò "troppo". La questione credo sia sempilcissima, almeno per voi.

ALLORA:

stavo suonando questo pezzo della canzone dei Nomandi, Un Pugno Di Sabbia:

LA________RE
Che sapore c'è

se la canto, l'inizio "Che" è più alto della parte finale "c'è", giusto? LA DOMANDA E', e allora perchè invece con la chitarra prima faccio il LA e poi invece di fare un suono più basso vado ancora più su con il RE?

Cioè non è che mi stò sbagliato io e che quindi il LA è più alto del RE ????????

Cioè fatemi capire una volta per tutte:

il DO suonato in questo modo x-3-2-0-1-0
il RE x-x-0-2-3-2
il MI 0-2-2-1-0-0
il FA 1-3-3-2-1-1
il SOL 3-2-0-0-3-3
il LA 0-0-2-2-2-0
il SI 2-2-4-4-4-2

fanno tutti parte della stessa ottava ??????? Cioè vengono in successione? Cioè se suono il DO (sempre x-3-2-0-1-0) e poi il RE (x-x-0-2-3-2) mi sono alzato di UN TONO o magari fanno parte di ottave diverse?


AIUTO!!!!!


Grazie a tutti anticipatamente.




________________________
Ciao,
ogni accordo lo si può ottenere anche con i rivolti:

Ad esempio:

Se suono l'accordo di Do Maggiore formato da Do Mi Sol
posso decidere di suonarlo anche così

Mi Sol Do

Ottenendo lo stesso accordo ma con il Do stavolta un ottava sopra il Do dell'accordo precedente.

Analogo discorso per un rivolto discendente, cioè con un ottava sotto...

Quindi se la melodia a livello tonale sale, posso comunque prendere un accordo "che sembra che scende" :ciauz:

ilredelniente
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 01 apr 2007, 20:05

Re: Dubbio Accordi

Messaggio da ilredelniente » 18 mag 2007, 17:41

David ha scritto:
Ciao,
ogni accordo lo si può ottenere anche con i rivolti:

Ad esempio:

Se suono l'accordo di Do Maggiore formato da Do Mi Sol
posso decidere di suonarlo anche così

Mi Sol Do

Ottenendo lo stesso accordo ma con il Do stavolta un ottava sopra il Do dell'accordo precedente.

Analogo discorso per un rivolto discendente, cioè con un ottava sotto...

Quindi se la melodia a livello tonale sale, posso comunque prendere un accordo "che sembra che scende" :ciauz
:[/quote]




Ciao, grazie per l'aiuto che mi stai dando e per l'interessamento.

Non pensavo che l'argomento fosse così complicato, non sò infatti se ho capito bene il concetto.

Da quello che dici tu ho capito che, dimmi se sbaglio, quando canto qualcosa e ad esempio salgo a livello tonale l'accordo che suonerò con la chitarra non sarà per forza anch'esso più alto di tonalità rispetto al suo precedente. Ho capito bene?! Scusami per il fastidio che ti dò, ma visto che sembri molto "DOTATO" chitarristicamente parlando, perchè avviene questo?

Un'ultima cosa, mi daresti la risposta alla domanda che ti ho fatto nel primo messaggio sulla successione degli accordi DO/RE/MI/FA/SOL/LA/SI e più in particolare se sono la successione della stessa ottava?

Ti rngrazio ancora.

Ciao





_

Avatar utente
jared
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 182
Iscritto il: 13 mag 2007, 23:29

Re: Dubbio Accordi

Messaggio da jared » 18 mag 2007, 19:08

ilredelniente ha scritto:
David ha scritto:
Ciao,
ogni accordo lo si può ottenere anche con i rivolti:

Ad esempio:

Se suono l'accordo di Do Maggiore formato da Do Mi Sol
posso decidere di suonarlo anche così

Mi Sol Do

Ottenendo lo stesso accordo ma con il Do stavolta un ottava sopra il Do dell'accordo precedente.

Analogo discorso per un rivolto discendente, cioè con un ottava sotto...

Quindi se la melodia a livello tonale sale, posso comunque prendere un accordo "che sembra che scende" :ciauz
:



Ciao, grazie per l'aiuto che mi stai dando e per l'interessamento.

Non pensavo che l'argomento fosse così complicato, non sò infatti se ho capito bene il concetto.

Da quello che dici tu ho capito che, dimmi se sbaglio, quando canto qualcosa e ad esempio salgo a livello tonale l'accordo che suonerò con la chitarra non sarà per forza anch'esso più alto di tonalità rispetto al suo precedente. Ho capito bene?! Scusami per il fastidio che ti dò, ma visto che sembri molto "DOTATO" chitarristicamente parlando, perchè avviene questo?

Un'ultima cosa, mi daresti la risposta alla domanda che ti ho fatto nel primo messaggio sulla successione degli accordi DO/RE/MI/FA/SOL/LA/SI e più in particolare se sono la successione della stessa ottava?

Ti rngrazio ancora.

Ciao





_[/quote]
Ciao scusa se mi intrometto... :Very Happy:
ma il discorso è un'attimino piu complicato..
L'accordo e formato da tre note ( per qunto riguarda quelli semplici maggiori e minori) quindi non puoi dire che l'accordo fa parte della stessa ottava (a meno che non usi le note dell'ottava in questione per ricavare l'accordo)... semplicemente per il discorso dei rivolti, perche dipende come lo suoni..

Se vuoi l'accordo in quella ottava, trova le tre note che lo formano e componilo con le note di quella ottava...

Comunque la voce non deve seguire per forza quella precisa ottava che suoni con la tua chitarra!!!
Non servono 10.000 note suonate alla velocita del vento per essere un bravo chitarrista, bastano soltanto alcune note ben sistemate e tanto sentimento....

Avatar utente
strummerx
Esperto
Esperto
Messaggi: 759
Iscritto il: 06 apr 2007, 11:20
Località: brescia
Contatta:

Messaggio da strummerx » 18 mag 2007, 19:25

gia!
molto spesso la melodia della chitarra e quella della voce sono differenti... :Very Happy:
fenomeni si nasce,miti si diventa!!!
http://www.myspace.com/galvanica


ilredelniente
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 01 apr 2007, 20:05

Re: Dubbio Accordi

Messaggio da ilredelniente » 18 mag 2007, 20:50

jared ha scritto: Ciao scusa se mi intrometto... :Very Happy:
ma il discorso è un'attimino piu complicato..
L'accordo e formato da tre note ( per qunto riguarda quelli semplici maggiori e minori) quindi non puoi dire che l'accordo fa parte della stessa ottava (a meno che non usi le note dell'ottava in questione per ricavare l'accordo)... semplicemente per il discorso dei rivolti, perche dipende come lo suoni..

Se vuoi l'accordo in quella ottava, trova le tre note che lo formano e componilo con le note di quella ottava...

Comunque la voce non deve seguire per forza quella precisa ottava che suoni con la tua chitarra!!!


Ciao!!! Come "scusa se mi intrometto"! Grazie che lo fai e che mi dai una mano a capire questo concetto!

Premetto, scusa l'ignoranza in materia e se (come mi stò accorgendo) faccio domande poco intelligenti. Quindi, da come dici tu, è sbagliato proprio fare la domanda che ho fatto io! Cioè gli accordi DO/RE/MI/FA/SOL/LA/SI suonati nel modo "classico" che ho riportato nel primo messaggio non sono affatto della stessa ottava! O meglio sono tutti di ottave differenti? Mi stò confondendo sempre più cavolo.
Ma scusa/scusate, sapreste dirmi allora come si posizionano a livello tonale, dal più grave al più acuto gli accordi DO/RE/MI/FA/SOL/LA/SI suonati nel modo (cioè premendo i tasti) che vi ho riportato io nel primissimo messaggio?


AIUTO!!!!!





__

Avatar utente
strummerx
Esperto
Esperto
Messaggi: 759
Iscritto il: 06 apr 2007, 11:20
Località: brescia
Contatta:

Messaggio da strummerx » 18 mag 2007, 21:58

mi sembra:
MI/FA/SOL/LA/SI/DO/RE
prova a farli cosi,sembra proprio la scala giusta...
comunque io suono da settembre e non ne so molto...magari dico una cavolata :Very Happy:
fenomeni si nasce,miti si diventa!!!
http://www.myspace.com/galvanica

Avatar utente
jared
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 182
Iscritto il: 13 mag 2007, 23:29

Messaggio da jared » 19 mag 2007, 07:26

Si all'inizio non è facile capire... :Very Happy:
Allora partiamo da capo.
Gli accordi che conosci (penso) sono gli accordi cosidetti semplici che si fanno per iniziare... e sono accordi che sono vicini al capotasto... Giusto?!
Questi accordi sono formati da tre note (triade), per il DO maggiore abbiamo DO-MI-SOL dove il do e la tonica e da il nome all'accordo. Cerca il do in quella posizione e tienilo a mente, ora sposta quella diteggiatura di due tasti ricorda che devi aggiungere il barrè perche non hai piu il capotasto! se controlli ora dove avevi prima la nota di do adesso hai il re (quindi quello sara' il re maj)
Es; DO maj:

0-
1-
0-
2-
3-DO
0-

RE maj:

2-
3-
2-
4-
5-RE
2-

Facendo cosi avrai la tonica in quella ottava..Il resto e un casino da spiegare, ma questo è un'inizio !! :rocken:
Ma poi mi spieghi perche vuoi sapere gli accordi in quella ottava!! :Very Happy:
:dubbioso: :rocken: :ciauz:
Non servono 10.000 note suonate alla velocita del vento per essere un bravo chitarrista, bastano soltanto alcune note ben sistemate e tanto sentimento....

Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Messaggio da silente » 19 mag 2007, 09:47

Io sinceramente me ne infischierei di tutti sti ragionamenti che fai, così come l'armonia se ne infischia delle ottave. Sia che tu faccia un re maggiore al capotasto, sia che tu metta un capotasto al 12° e faccia un re maggiore "laggiù", non c'è alcun bisogno di modificare un cantato, il concetto musicale rimane lo stesso, variano soltanto alcune sfumature. :ciauz:

Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Re: Dubbio Accordi

Messaggio da David » 19 mag 2007, 11:11

ilredelniente ha scritto:


Ciao, grazie per l'aiuto che mi stai dando e per l'interessamento.

Non pensavo che l'argomento fosse così complicato, non sò infatti se ho capito bene il concetto.

Da quello che dici tu ho capito che, dimmi se sbaglio, quando canto qualcosa e ad esempio salgo a livello tonale l'accordo che suonerò con la chitarra non sarà per forza anch'esso più alto di tonalità rispetto al suo precedente. Ho capito bene?! Scusami per il fastidio che ti dò, ma visto che sembri molto "DOTATO" chitarristicamente parlando, perchè avviene questo?

Si, hai capito, è cosi.
ilredelniente ha scritto:




Un'ultima cosa, mi daresti la risposta alla domanda che ti ho fatto nel primo messaggio sulla successione degli accordi DO/RE/MI/FA/SOL/LA/SI e più in particolare se sono la successione della stessa ottava?

Ti rngrazio ancora.

Ciao
La successione di questi accordi non è una successione tonale proprio perchè si tratta spesso di rivolti di triadi o di accordi.

:ciauz:

ilredelniente
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 01 apr 2007, 20:05

Messaggio da ilredelniente » 19 mag 2007, 12:57

jared ha scritto:Si all'inizio non è facile capire... :Very Happy:
Allora partiamo da capo.
Gli accordi che conosci (penso) sono gli accordi cosidetti semplici che si fanno per iniziare... e sono accordi che sono vicini al capotasto... Giusto?!
Questi accordi sono formati da tre note (triade), per il DO maggiore abbiamo DO-MI-SOL dove il do e la tonica e da il nome all'accordo. Cerca il do in quella posizione e tienilo a mente, ora sposta quella diteggiatura di due tasti ricorda che devi aggiungere il barrè perche non hai piu il capotasto! se controlli ora dove avevi prima la nota di do adesso hai il re (quindi quello sara' il re maj)
Es; DO maj:

0-
1-
0-
2-
3-DO
0-

RE maj:

2-
3-
2-
4-
5-RE
2-

Facendo cosi avrai la tonica in quella ottava..Il resto e un casino da spiegare, ma questo è un'inizio !! :rocken:
Ma poi mi spieghi perche vuoi sapere gli accordi in quella ottava!! :Very Happy:
:dubbioso: :rocken: :ciauz:


Grazie per la spiegazione.

No guarda adesso che ho capito (o almeno spero) credo non mi serva più sapere quali siano tutti gli accordi della stessa ottava.
Credo a questo punto sia proprio la domanda a non aver molto senso.

Questa cosa già la sapevo, comunque dimmi se dico bene, se il DO e il RE con la tonica della stessa ottava si suonano come hai scritto tu poco sopra allora il MI Maggiore sarà:

MI MAGGIORE

4-
5-
4-
6-
7-MI
4-


Dico bene?






_

ilredelniente
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 01 apr 2007, 20:05

Messaggio da ilredelniente » 19 mag 2007, 13:06

silente ha scritto:Io sinceramente me ne infischierei di tutti sti ragionamenti che fai, così come l'armonia se ne infischia delle ottave. Sia che tu faccia un re maggiore al capotasto, sia che tu metta un capotasto al 12° e faccia un re maggiore "laggiù", non c'è alcun bisogno di modificare un cantato, il concetto musicale rimane lo stesso, variano soltanto alcune sfumature. :ciauz:

Ciao.

Invece secondo me sono FONDAMENTALI questi concetti, perchè posso capire i fondamenti delle melodie e (spero con tutto il mio cuore) mi daranno una considerevole spinta in avanti nella capacità di poter scrivere qualcosa di mio, anche perchè è per questo che stò chiedendo tutte queste cose, VOGLIO SCRIVERE LE MIE CANZONI!!!

Sul fatto invece di modificare il cantato al cambiamento della tonalità di un accordo sono perfettamente d'accordo con te, ti sembrerà impossibile ma io questa cosa l'ho chiarita una volta per tutte solo ora!




_

ilredelniente
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 01 apr 2007, 20:05

Re: Dubbio Accordi

Messaggio da ilredelniente » 19 mag 2007, 13:15

David ha scritto:
La successione di questi accordi non è una successione tonale proprio perchè si tratta spesso di rivolti di triadi o di accordi.

:ciauz:



Ciao e grazie ancora per l'aiuto.

Cavolo ce l'ho fatta (spero nel modo più chiaro possibile) a capire questo concetto, grazie ancora!

Tu dici che la successione di questi accordi non è una successione tonale (quindi di un tono per volta), però credo sia possibile sapere con ESATTEZZA quale sia l'accordo più grave fino al più acuto tra questi che stiamo considerando e ripeto suonati premendo esattamente quei tasti, o no?!?! Sarebbe perfetto sapere anche tra un accordo e quello successivo (quindi quello un pò più acuto) di quanti TONI/SEMITONI si sta avanzando?

Dimmi la tua.





-

Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Messaggio da silente » 19 mag 2007, 13:59

Rileggendo il mio intervento, sembra quasi astioso, ma non voleva esserlo...:)
Volevo dire che nell'armonia non esiste un accordo grave o acuto. Prendi per esempio un la maggiore e un re maggiore con basso (rivolto) la entrambi al V° tasto:
La: 577655 e Re: 557775... :dubbioso: sarebbe molto difficile stabilira chi è grave e chi è acuto visto che hanno entrambi come estremi la stessa nota bassa e la stessa nota acuta...Ciò che importa è il rapporto tra i due accordi, che possono appartenere ad una stessa chiave o a diverse (con tutto ciò che ne consegue dal punto di vista della melodia). :ciauz:

Avatar utente
invidia
Maestro
Maestro
Messaggi: 1310
Iscritto il: 26 gen 2007, 23:17
Località: Milano
Contatta:

Messaggio da invidia » 19 mag 2007, 17:58

tieni conto anche che, se vuoi arrangiare un pezzo è buona cosa in genere tenere melodia e armonia ben distinte, cioè nell'arrangiamento è bene che il 'canto' e l'accompagnamento non si sovrappongano come note nella stessa ottava questo a parte effetti particolari ... se ti metti a registrare e a fare un minimo di lavoro di mixing te ne renderai subito conto, se registri due strumenti sulla stessa ottava tutto suona 'impastato' se le parti sono invece ben ripartite in tutto lo spettro sonoro il risultato è nettamente più gradevole ...

cmq questa non è (come tutte le regole musicali) una regola assoluta, sei liberissimo di infrangerla ogni volta che lo ritieni opportuno l'orecchio è il giudice finale, ma se lo fai devi almeno esserne conscio.

just my 2 cent
shanti Maks.

save the planet,
kill yourself!


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti