Domanda da novizio...

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
darkdevil666
Principiante
Principiante
Messaggi: 36
Iscritto il: 06 mar 2008, 19:35

Domanda da novizio...

Messaggio da darkdevil666 » 16 lug 2008, 09:57

Ragazzi sento spesso parlare di "Attacco"..ma cosa diavolo è?????
Illuminatemi!
:yourock:


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Domanda da novizio...

Messaggio da darkfender » 16 lug 2008, 10:02

il suono in qualunque strumento è formato da attacco e dalle successive vibrazioni.

L'attacco è quello che in modo particolare distingue uno strumento da un altro.
Nel nostro caso è il suono del plettro che colpisce la corda.
In un pianoforte, del martelletto che colpisce la corda.

etc etc etc

darkdevil666
Principiante
Principiante
Messaggi: 36
Iscritto il: 06 mar 2008, 19:35

Re: Domanda da novizio...

Messaggio da darkdevil666 » 16 lug 2008, 10:19

e variando l'attacco cosa cambia?..ho sentito che usando un compressore posso variare tipo di attacco...ossia? cosa cambia?
Dato che sto piano piano imparando a suonare funky l'attacco in questo genere dovrebbe essere molto importante..da novizio sono moooolto inesperto :pianto: :pianto: :pianto:

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Domanda da novizio...

Messaggio da darkfender » 16 lug 2008, 10:46

aaagh il funk è forse il genere in cui questo concetto è più complesso :dubbioso:

Ne ho suonato un po' anche io ma diciamo che andavo molto a orecchio...
Comunque quando plettri una corda sola...
Senti (perdonate le onomatopee)
*PPliiinnngggg

Ecco prendiamo come esempio Suddetta onomatopea...(anche parlata se vuoi)

variare l'attacco aumentandolo diventerebbe

*PPPPPPPPliiinnngggg

Riducendolo

*pliiinnngggg


Il compressore può agire sull'attacco come sopra.
Il suo compito è quello di ridurre i picchi e alzare i cali di dinamica.
Ma attento che può agire sul resto del suono per esempio allungandone la durata o qualunque sua parte a seconda di come lo setti.
(*Pliiiinnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnggggggggggggggggg)

C'è da dire che imparare a suonare vuol dire avere prima di tutto controllo sull'attacco del suono con la tecnica...e solo dopo utilizzare eventuali compressori.

Per esempio puoi aumentare l'attacco se l'angolo con cui il plettro colpisce la corda è più inclinato
Lo riduci invece man mano diventa parallelo alla corda.
Ma anche la durezza, lo spessore e il materiale del plettro cambiano l'attacco.

Il compressore lo lascerei per quando hai imparato i punti precedenti se non ne sei già padrone.


:ciauz:

P.S. il tipico suono funk (mai dire funky che poi chi lo suona si arrabbia :O ) se non erro è un suono in cui vengono tagliati i picchi di dinamica.....(ovvero tende a ridurre piuttosto che aumentare...) ma è abbastanza complesso e ci sono molte eccezioni....ma sappi che è un concetto piuttosto avanzato.

darkdevil666
Principiante
Principiante
Messaggi: 36
Iscritto il: 06 mar 2008, 19:35

Re: Domanda da novizio...

Messaggio da darkdevil666 » 16 lug 2008, 11:22

Sei un grande!
in teoria perciò per suonare funk dovrei aumentare o diminuire l'attacco col compressore?
(mi hanno regalato questo compressore...in un modo o nell'altro lo devo utilizzare :Very Happy: :Very Happy: )
poi mi hanno detto che per suonare funk bisogna utilizzare plettri moooolto morbidi...è una cavolata?


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: Domanda da novizio...

Messaggio da darkfender » 16 lug 2008, 11:32

ecco qua è il problema...
nelle ritmiche userei plettri medio-morbidi e un suono in cui vengano tagliati i picchi (diciamo quindi che il compressore dovrà agire abbassando l'attacco).

ma in eventuali fraseggi la cosa cambia :|

diciamo che per il funk il compressore è proprio utile...ma è meglio se trovi qualcuno più esperto nello stile perchè io non l'ho mai approfondito a dovere purtroppo e ho avuto a che fare solo con funk molto contaminato da altri stili.

comunque un plettro morbido si flette al contatto della corda e agisce appunto da compressore naturale (non va a sostituire quello vero, semplicemente in parte riduce l'attacco) :D ecco il perchè del consiglio che i hanno dato, ma non esagererei e mi terrei sul medio o poco più morbido (poi dipende dal materiale anche).

Per la spesa che è comunque ti consiglio di provare diversi plettri...sono fondamentali e fanno parte del suono personale di un chitarrista..quindi trova quello adatto a te :)


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti