Ditones, qualcuno li conosce?

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da fabiuscom » 06 gen 2013, 15:27

Ciao a tutti e buon anno. Mi chiedevo se qualcuno di noi conosce i Ditones creati da Donato Begotti. Non ho capito bene come studiarlim per esempio se faccio per colonna devo spostarmi per tutto il manico della chitarra e su tutte le corde ecc... grazie


blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da blacky123 » 07 gen 2013, 14:18

io ho visto qualcosa tempo fa su internet ( http://www.donatobegotti.com/support/di ... itones.pdf). Direi che in più modi li fai (anche inventando tu) e meglio è.
VAnno bene sia fatti in orizzontale, cioè andando avanti sempre sulla stessa corda un tasto per volta, sia in verticale, cioè su tutte le corde un tasto per volta.

Avatar utente
Boma
Esperto
Esperto
Messaggi: 315
Iscritto il: 08 ott 2010, 21:48

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da Boma » 10 gen 2013, 16:02

Allora, sono ottimi esercizi per sviluppare velocità, resistenza e pulizia nella plettrata alternata.
...
Io però sostengo che siano esercizi utili a chi, già padrone di una certa musicalità e tocco sullo strumento, vuole portare un gesto meccanico (come la plettrata alternata) ai massimi livelli. E quando si tratta di fare "ginnastica" è una pratica snervante, pallosissima che richiede una catervata di tempo. Io, personalmente, li ho ignorati per i primi 6/7 anni di chitarra, perchè il mio obiettivo era acquisire padronanza dello strumento su altri aspetti (+ divertenti e interessanti, come l'improvvisazione e il portamento del suono). Poi ho cominciato a farli perchè ci tenevo, come mezzo espressivo, a plettrare come una mitragliartice :).

A te serve plettrare quartine a 150/160 bpm e oltre?
se adori led zeppelin, ac/dc o l'hard rock in generale ... penso di no, anzi è controproducente.
se suoni power metal tutto il giorno, allora è fondamentale.
Immagine Immagine Immagine

Rock Solo
Podcast

blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da blacky123 » 10 gen 2013, 18:35

Oppure, in aggiunta a quanto dice Boma, in fase iniziale si possono utilizzare per "fare" la muscolatura della mano e delle dita, esercitando al tempo stesso la pennata alternata (prima la si impara e meglio è, secondo me): in questo caso la velocità non è importante, quanto invece lo è la precisione. Rispetto ad altri esercizi hanno il vantaggio che, essendo estremamente schematici, non richiedono una grossa concentrazione verso le note suonate ma solo verso il movimento. Ovviamente no nisogna fare solo questi altrimenti ci si disabitua alle note (e a tutte le cose suonate in maniera musicale e non meccanica).

saul
Esperto
Esperto
Messaggi: 664
Iscritto il: 23 lug 2009, 11:05
Località: Svizzera
Contatta:

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da saul » 10 gen 2013, 18:42

non sono le dita in spagnolo? :risatona:
http://soundcloud.com/houstones

Onestà, passione e competenza, ad una band non serve altro. J. Page.


fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da fabiuscom » 10 gen 2013, 20:17

Boma ha scritto:Allora, sono ottimi esercizi per sviluppare velocità, resistenza e pulizia nella plettrata alternata.
...
Io però sostengo che siano esercizi utili a chi, già padrone di una certa musicalità e tocco sullo strumento, vuole portare un gesto meccanico (come la plettrata alternata) ai massimi livelli. E quando si tratta di fare "ginnastica" è una pratica snervante, pallosissima che richiede una catervata di tempo. Io, personalmente, li ho ignorati per i primi 6/7 anni di chitarra, perchè il mio obiettivo era acquisire padronanza dello strumento su altri aspetti (+ divertenti e interessanti, come l'improvvisazione e il portamento del suono). Poi ho cominciato a farli perchè ci tenevo, come mezzo espressivo, a plettrare come una mitragliartice :).

A te serve plettrare quartine a 150/160 bpm e oltre?
se adori led zeppelin, ac/dc o l'hard rock in generale ... penso di no, anzi è controproducente.
se suoni power metal tutto il giorno, allora è fondamentale.
Ciao, il mio genere preferito è proprio il metal, ma amo anche i Guns ed altri questi di questo genere... Ho fatto i classici esercizi 1234, ma li trovo molto noiosi, questi ditones sembrano essere un pò più "allegri". Poi provo a fare qualche canzone e sto facendo la scala maggiore di FA, dove faccio molta fatica per allargare le dita. Tu cosa mi consigli di fare? Cerco di suoanre tutte le sere 1-2 ore al massimo. grazie

Avatar utente
Boma
Esperto
Esperto
Messaggi: 315
Iscritto il: 08 ott 2010, 21:48

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da Boma » 10 gen 2013, 21:23

Guarda, come ti ho detto prima, esercizi 1234 o artefizi strettamente tecnici e non molto "musicali" rischiano, sopratutto agli inizi, di essere dei compitini fatti bene al metronomo, ma svincolati da un contesto musicale. Solo dopo qualche anno di pratica, suonando sui brani, questi esercizi possono avere una qualche utilità, perchè si riesce a contestualizzarli nella musica.
Non sai quanti ragazzi ho visto eseguire questi scioglidita a velocità pazzesche, e pure molto puliti.
Poi parte un brano di cui fare una cover, e le ore perse dietro a quei magheggi si rivelano perse ... perchè al metronomo andava tutto bene, sul brano è un'altra storia (sembra strano, ma ne ho conosciuti tanti).

Quello che ti consiglio io è di suonare sui brani. Ricordo che, per la plettrata alternata, avevo alcuni brani dei megadeth non molto veloci nella quale c'erano dei passaggi interessanti per sviluppare quella tecnica.
Suonavo "in my darkest hour" e, intorno a 3.00, c'è un arpeggio distorto, lento e tutto plettrato. Poi mettevo su qualche brano degli iron maiden, e stesso discorso.
Trova i brani che ti piacciono, e cerca di farli meglio che puoi. Magari ci metterai un po' all'inizio, ma con impegno puoi suonare quel che ti pare come l'originale. Così facendo hai molti vantaggi:

1- migliori suonando i brani che ti piacciono (non ti annoi)
2- sviluppi musicalità e padronanza dello strumento nel contesto che + ti interessa (con la musica, e non sul metronomo)
3- vedendo che prima non riuscivi a fare quella cover e poi ci riesci, aumenta la sicurezza in te stesso e lo stimolo nell'imparare sempre di più, non accontentandosi mai.

una volta che sei ad un buon livello, e hai acquisito una certa padronanza dello strumento e musicalità, SOLO ALLORA giustifico lo studio di questi pallossisimi ma utili esercizi scioglidita. Fatti prima, secondo me, rendono gli allievi meccanici ... freddi. Precisi sì, ma squadrati. Bisogna saper dosare quando il suono deve essere morbido, portato oppure squadrato, veloce e impassibile. Questo è il mio consiglio :spara:
Immagine Immagine Immagine

Rock Solo
Podcast

blacky123
Maestro
Maestro
Messaggi: 1949
Iscritto il: 26 ago 2011, 18:33

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da blacky123 » 11 gen 2013, 14:33

Quoto Boma in pieno (e come non farlo, dato il suo livello ..).
Dico queste cose non perchè io sia perfetto ma perchè io a suo tempo ho sbagliato insistendo troppo su questo aspetto (io, a differenza di altri, non mi annoio a fare esercizi).
Suonare solo o troppi esercizi si rivela poi improduttivo se poi non suoni tanti brani. Ricorda che un musicista suona brani, non esercizi. E' facile sentirsi dopo un pò di tempo bravi su un esercizio schematico, ma è difficile trasferire questa bravura su un brano. Per suonare bene un brano bisogna esercitarsi su di esso (o su brani in generale): la dimestichezza che si ottiene è totalmente diversa.
Se proprio non vuoi eliminare i ditones perchè ti sembrano comunque validi (e per me - dal mio basso naturalmente :Very Happy: - lo sono) inseriscili nella fase di riscaldamento (una decina di minuti) all'inizio delle tue esercitazioni giornaliere. SIcuramente saranno utili anche in questa veste, perchè fai un riscaldamento facile, che impegna tutte le dita oltre alla pennata alternata. E poi suona brani. IMHO naturalmente (per ciò che mi riguarda, ho notato che - naturalmente tempo permettendo - facendo un buon riscaldamento con questi esercizi, poi rendo meglio nella fase successiva della mia esercitazione. Forse per me sono più performanti questi che le scale).

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da fabiuscom » 11 gen 2013, 20:21

ragazzi, vi ringrazio di cuore per i vostri consigli, mi metto sotto a studiare qualche brano, mi piacerebbe qualcosa dei Metallica, che ne dite di Fade to black?

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da mamasa » 11 gen 2013, 22:23

fabiuscom ha scritto:mi metto sotto a studiare qualche brano, mi piacerebbe qualcosa dei Metallica, che ne dite di Fade to black?
Ci sta. Tra arpeggi, ritmiche più serrate e lead è abbastanza vario, in più non è troppo difficile. Vedrai che ti ci diverti.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da fabiuscom » 12 gen 2013, 23:44

Mi sono buttato anche su Wasting Love, molto bella. Qualche consiglio su come eseguirla bene?

revenge290
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 81
Iscritto il: 07 ott 2010, 07:26

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da revenge290 » 14 gen 2013, 01:55

fabiuscom ha scritto:Ciao a tutti e buon anno. Mi chiedevo se qualcuno di noi conosce i Ditones creati da Donato Begotti. Non ho capito bene come studiarlim per esempio se faccio per colonna devo spostarmi per tutto il manico della chitarra e su tutte le corde ecc... grazie
Io li conosco e so come farli. Sono ottimi per tutti i livelli e per tutte le chitarre!

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da fabiuscom » 14 gen 2013, 18:45

revenge290 ha scritto:
fabiuscom ha scritto:Ciao a tutti e buon anno. Mi chiedevo se qualcuno di noi conosce i Ditones creati da Donato Begotti. Non ho capito bene come studiarlim per esempio se faccio per colonna devo spostarmi per tutto il manico della chitarra e su tutte le corde ecc... grazie
Io li conosco e so come farli. Sono ottimi per tutti i livelli e per tutte le chitarre!
sai darmi qualche dritta? Comunque ora sto seguendo i consigli di Boma e mi sto studiando un brano, come passa velocemente il tempo... :Very Happy:

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da fabiuscom » 28 feb 2013, 19:54

Ciao a tutti, da qualche tempo mi sto allenando a fare dei brani (al momento Wasting Love - Iron Maiden) ma trovo alcune difficoltà: nella parte dell'arpeggio (che poi è il 90% della canzone) sento che con l'anulare tocca la terza corda e non riesco a trovare una posizione buona per evitare ciò, in alcuni momenti sembra vada bene, ma in altri addirittura la sento stoppata... qualche consiglio? grazie

FraGibsonCustom
Principiante
Principiante
Messaggi: 25
Iscritto il: 28 apr 2011, 16:58
Località: Torino

Re: Ditones, qualcuno li conosce?

Messaggio da FraGibsonCustom » 12 mar 2013, 20:28



Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti