Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da fabiuscom » 26 ott 2012, 12:59

Ciao a tutti, come avrete letto nel mio altro topic le-chitarre-classica-acustica-elettrica ... 22812.html finalmente mi e' arrivata la chitarra. Ho cominciato a fare i soliti esercizi 1-2-3-4 e alcuni accordi oltre a studiarmi qualche canzone per cercare di rendere lo studio dello strumento piu' piacevole... Ho notato alcune difficolta': non riesco a tenere lo strumento in modo comodo, prima avevo una classica e appoggiavo il braccio destro sopra e riuscivo a muovere cosi' anche il sinistro meglio, Ho la mano un po' piccola, piu' che altro il mignolo con il quale trovo maggiore difficolta' nel muovermi tra una corda e l'altra, e poi un'altra cosa che non riesco a capire come migliorare e' il fatto di sentire con le dita che premo anche le corde sotto a quelle dove sono posizionato. Il mio maestro mi dice che si tratta solo ed esclusivamente di allenarsi, ma a me sembra di non vedere miglioramenti... grazie


Avatar utente
perrycoloso
Maestro
Maestro
Messaggi: 1556
Iscritto il: 25 ott 2009, 12:11
Località: rimini

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da perrycoloso » 26 ott 2012, 13:29

fabiuscom ha scritto:Ciao a tutti, come avrete letto nel mio altro topic le-chitarre-classica-acustica-elettrica ... 22812.html finalmente mi e' arrivata la chitarra. Ho cominciato a fare i soliti esercizi 1-2-3-4 e alcuni accordi oltre a studiarmi qualche canzone per cercare di rendere lo studio dello strumento piu' piacevole... Ho notato alcune difficolta': non riesco a tenere lo strumento in modo comodo, prima avevo una classica e appoggiavo il braccio destro sopra e riuscivo a muovere cosi' anche il sinistro meglio, Ho la mano un po' piccola, piu' che altro il mignolo con il quale trovo maggiore difficolta' nel muovermi tra una corda e l'altra, e poi un'altra cosa che non riesco a capire come migliorare e' il fatto di sentire con le dita che premo anche le corde sotto a quelle dove sono posizionato. Il mio maestro mi dice che si tratta solo ed esclusivamente di allenarsi, ma a me sembra di non vedere miglioramenti... grazie
l'inizio è uno scoglio dopo l'altro, pratica ed esercizio.
per il fatto che senti le corde sotto quelle che suoni mi vien da dire che hai la poszione della mano sinistra errata, tendente "verso il basso", non so come spiegarlo senza vederlo, prova a tenere il gomito sx più alto in modo che il polso non tenga un'angolatura strana col manico
per la comodità non so,che strumento hai?
comunque anche lì è questione di pratica
consiglio sommo:
se hai un maestro di cui ti fidi affidati a lui!
io ho imparato da solo, ho un'impostazione estremamente scorretta e cambiare vecchie abitudini e togliersi vecchi vizi è molto più difficle che acquisire sin da subito una corretta postura e impostazione
Bimbe:
- Eko ranger 12 1965
-Fender telecaster classic 50
-Martin dc x1
-Martin 000 15
-epiphone sheraton 1988
-harmony alden stratotone h45 1961
-lap steel ignoti marca anno e modello
-Gibson J45
- Fender stratocaster classic '50 SURF GREEN
-Reani lap Steel
-FrankieLapo Guitar-DarkMojo p1

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da fabiuscom » 26 ott 2012, 14:09

perrycoloso ha scritto:
fabiuscom ha scritto:Ciao a tutti, come avrete letto nel mio altro topic le-chitarre-classica-acustica-elettrica ... 22812.html finalmente mi e' arrivata la chitarra. Ho cominciato a fare i soliti esercizi 1-2-3-4 e alcuni accordi oltre a studiarmi qualche canzone per cercare di rendere lo studio dello strumento piu' piacevole... Ho notato alcune difficolta': non riesco a tenere lo strumento in modo comodo, prima avevo una classica e appoggiavo il braccio destro sopra e riuscivo a muovere cosi' anche il sinistro meglio, Ho la mano un po' piccola, piu' che altro il mignolo con il quale trovo maggiore difficolta' nel muovermi tra una corda e l'altra, e poi un'altra cosa che non riesco a capire come migliorare e' il fatto di sentire con le dita che premo anche le corde sotto a quelle dove sono posizionato. Il mio maestro mi dice che si tratta solo ed esclusivamente di allenarsi, ma a me sembra di non vedere miglioramenti... grazie
l'inizio è uno scoglio dopo l'altro, pratica ed esercizio.
per il fatto che senti le corde sotto quelle che suoni mi vien da dire che hai la poszione della mano sinistra errata, tendente "verso il basso", non so come spiegarlo senza vederlo, prova a tenere il gomito sx più alto in modo che il polso non tenga un'angolatura strana col manico
per la comodità non so,che strumento hai?
comunque anche lì è questione di pratica
consiglio sommo:
se hai un maestro di cui ti fidi affidati a lui!
io ho imparato da solo, ho un'impostazione estremamente scorretta e cambiare vecchie abitudini e togliersi vecchi vizi è molto più difficle che acquisire sin da subito una corretta postura e impostazione
si del maestro mi fido, solo che in questo periodo non posso andarci, dovrei attendere gennaio. Ho una Squier Affinity. Mettendola con la tracolla mi trovo sempre a suonare in modo scomodo, sara' questione di abitudine.

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da mamasa » 26 ott 2012, 15:04

Ed ecco i rimedi della nonna:

- Se hai problemi ad allargare le dita della mano sinistra, all'inizio mettici in mezzo dei batuffoli di cotone. In questo modo abitui la mano a mantenere una buona apertura.

- Se suoni in piedi, non tenere la tracolla troppo larga come un punkettone. Più il manico è su, meglio è (entro certi limiti, non è che devi tenerlo all'altezza delle orecchie).

- Se non trovi una posizione comoda per il braccio sinistro, tieni la chitarra come quando suoni e afferra il manico all'altezza dei primi tasti lasciando il braccio morbido (come se ti ci appendessi). Quella dovrebbe essere all'incirca la posizione ottimale per il gomito e, di conseguenza, tutto il braccio.

- Quando premi sulle corde cerca di tenere le dita leggermente arcuate, non dritte, cercando di schiacciare più con la punta che con il polpastrello, altrimenti rischi di stoppare le corde sotto.

Queste sono tutte cose che mi sono state dette quando ho iniziato e, nel mio caso, mi hanno aiutato a trovare un'impostazione naturale. Chiaramente non sono regole assolute, semplicemente possono essere d'aiuto nei primi approcci.
Per il resto concordo con Perry: pratica, esercizio e fiducia nel maestro. Vedrai che con un po' di pazienza raggiungerai un'impostazione comoda.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da fabiuscom » 26 ott 2012, 15:29

mamasa ha scritto:Ed ecco i rimedi della nonna:

- Se hai problemi ad allargare le dita della mano sinistra, all'inizio mettici in mezzo dei batuffoli di cotone. In questo modo abitui la mano a mantenere una buona apertura.

- Se suoni in piedi, non tenere la tracolla troppo larga come un punkettone. Più il manico è su, meglio è (entro certi limiti, non è che devi tenerlo all'altezza delle orecchie).

- Se non trovi una posizione comoda per il braccio sinistro, tieni la chitarra come quando suoni e afferra il manico all'altezza dei primi tasti lasciando il braccio morbido (come se ti ci appendessi). Quella dovrebbe essere all'incirca la posizione ottimale per il gomito e, di conseguenza, tutto il braccio.

- Quando premi sulle corde cerca di tenere le dita leggermente arcuate, non dritte, cercando di schiacciare più con la punta che con il polpastrello, altrimenti rischi di stoppare le corde sotto.

Queste sono tutte cose che mi sono state dette quando ho iniziato e, nel mio caso, mi hanno aiutato a trovare un'impostazione naturale. Chiaramente non sono regole assolute, semplicemente possono essere d'aiuto nei primi approcci.
Per il resto concordo con Perry: pratica, esercizio e fiducia nel maestro. Vedrai che con un po' di pazienza raggiungerai un'impostazione comoda.
Grazie "nonna" mamasa :Very Happy: . Ho molto da lavorare, gia' raggiungere una buona impostazione e' un bel passo in avanti. Leggevo in alcuni forum che se cominci ad avere fastidi / dolori al polso o alle mani, stai suonando in modo scorretto: e' vero o magari e' anche questione di abitudine a far abituare mani e braccia a tutti questi movimenti?


Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da mamasa » 26 ott 2012, 15:47

Dolori e fastidi non sono sinonimi di scorrettezza. Suonando la chitarra, i muscoli e i tendini di mano e braccio devono abituarsi a fare movimenti nuovi, a mantenere posizioni "strane" e a fare sforzi particolari. E per riuscirci devono essere allenati.
Se ti sembra di fare gli esercizi in modo più o meno corretto e senti fastidio/dolore molto probabilmente è solo questione di affaticamento, in tal caso basta fermarsi e aspettare che passi. Pian piano raggiungerai una resistenza sempre maggiore, l'importante è non sforzare o rischi tendiniti e quant'altro.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da fabiuscom » 26 ott 2012, 16:47

mamasa ha scritto:Dolori e fastidi non sono sinonimi di scorrettezza. Suonando la chitarra, i muscoli e i tendini di mano e braccio devono abituarsi a fare movimenti nuovi, a mantenere posizioni "strane" e a fare sforzi particolari. E per riuscirci devono essere allenati.
Se ti sembra di fare gli esercizi in modo più o meno corretto e senti fastidio/dolore molto probabilmente è solo questione di affaticamento, in tal caso basta fermarsi e aspettare che passi. Pian piano raggiungerai una resistenza sempre maggiore, l'importante è non sforzare o rischi tendiniti e quant'altro.
Si', in effetti e' proprio questione di abituarsi a tutti questi movimenti. Sto studiando alcuni brani semplici tipo Zombie, Come as you are, ce ne sono altri? Magari con qualche assolo per salire un po' di difficolta' grazie

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da mamasa » 26 ott 2012, 17:36

Altroché, ce ne sono a bizzeffe! Intanto la classicissima Knockin' on Heaven's Door (versione G'nR), molto semplice, lineare e con un assolo carino ma assolutamente abbordabile. Poi boh, ce n'è una marea, io ti dico le prime che mi vengono i mente:
Wishlist - Pearl Jam
Scar Tissue / Otherside / Californication - RHCP
Seven Nations' Army - White Stripes
Smell Like Teen Spirit - Nirvana
What Happened To You - The Offspring
Praticamente qualsiasi cosa degli U2

Andando un po' oltre, mi ricordo che questa, anche se non è semplicissima, mi aveva aiutato tantissimo a sciogliere la mano:



Poi puoi anche vederti brani un po' più complessi, ma comunque fattibili (magari rimandando a più avanti lo studio degli assoli), tipo Smoke On The Water, Sunshine Of Your Love, eccetera.
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da fabiuscom » 26 ott 2012, 22:37

Grazie... Ho fatto un po' di allenamento ma sto trovando difficoltà nel trovare la posizione adeguata e comoda e sempre il problema di premere le corde sotto con le dita... Vabbe alleniamoci e impegnamoci...

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da fabiuscom » 30 ott 2012, 11:26

Ciao, sto provando a fare Knockin' dei Guns, ma mi risulta un po' difficilotto leggere la tab che trovo, ce ne sono un po' piu' semplici? grazie
Come posso fare con il mignolo, essendo un po' piccolino ho difficolta' a premere le corde...

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da mamasa » 30 ott 2012, 14:17

Oddio, non saprei dirti. In una tab tipo questa cosa non ti è chiaro? Se il problema è sapere quando cadono le note c'è poco da fare, la maggior parte della tablature non ha un notazione ritmica quindi puoi solo ascoltarti il pezzo e memorizzare quando vanno suonate.

(invece per il mignolo -> esercizio, esercizio, esercizio)
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine

fabiuscom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 ott 2012, 20:12

Re: Chitarra elettrica arrivata, ora si comincia...

Messaggio da fabiuscom » 30 ott 2012, 15:36

mamasa ha scritto:Oddio, non saprei dirti. In una tab tipo questa cosa non ti è chiaro? Se il problema è sapere quando cadono le note c'è poco da fare, la maggior parte della tablature non ha un notazione ritmica quindi puoi solo ascoltarti il pezzo e memorizzare quando vanno suonate.

(invece per il mignolo -> esercizio, esercizio, esercizio)
no vabbe' per la ritmica giustamente devi ascoltare la canzone, vedendo gli assoli pero' mi sembrano un bel po' difficili da eseguire... Per esercizio faccio per una mezz'ora i cromatismi, poi alcuni giri di accordi e passo a studiare qualche canzone.


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti