Blues feeling

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Blues feeling

Messaggio da mr.blig » 24 apr 2007, 12:37

Il Blues è uno dei miei generi preferiti..ma purtroppo quando tento un assolo su una base blues o cerco di improvvisare qualcosa di mio non viene mai fuori quel tipico feeling, quel groove tipico del blues....proprio non mi riesce di suonare qualcosa che nemmeno ci somigli, a meno che non sia un brano che ho studiato.

Non riesco in praticare a fare qualcosa di mio...sembrerebbe la cosa più facile...tre accordi ed una scala, eppure proprio non ci riesco...avete consigli su come migliorare e come tirar fuori il suond tipico?
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine


Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 24 apr 2007, 13:26

Bhè, il blues è un genere che è tanto più facile, quanto più lo si sente dentro. Sicuramente tanto ascolto, fino alla nausea, ti darà una grande mano :ciauz:

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da mr.blig » 24 apr 2007, 13:29

David ha scritto:Bhè, il blues è un genere che è tanto più facile, quanto più lo si sente dentro. Sicuramente tanto ascolto, fino alla nausea, ti darà una grande mano :ciauz:
è praticamente l'unica cosa che ascolto...Eric Clapton, B.B. King, Hooker, Rory Gallagher...mi consigli qualche altro blues man?
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 24 apr 2007, 13:32

oltre a quanto detto da david, aggiungo tanto esecizio: improvvisa e suona tanto, vedrai che prima o poi risolverai. :ciauz:

Avatar utente
David
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 5941
Iscritto il: 07 apr 2006, 22:11
Località: Villafrati (Pa)

Messaggio da David » 24 apr 2007, 13:33

mr.blig ha scritto:
è praticamente l'unica cosa che ascolto...Eric Clapton, B.B. King, Hooker, Rory Gallagher...mi consigli qualche altro blues man?
Robben Ford te lo consiglio molto per la tecnica. C'è anche un Lesson molto bello ed interessante:
http://www.sheetmusicplus.com/pages.htm ... =wwws-err5


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 24 apr 2007, 13:37

io dopo troppo tempo che non lo suono ho notato ieri che faccio davvero schifo XD nell'improvvisazione blues ultimamente....

per fortuna so cosa sbaglio e come risolvere....

1) tante pause.....
2) le note su cui cadi ai cambi di accordi
3) cantare mentalmente quello che si suona
4) lasciare da parte scale modali e cromatismi/alterazioni strane finchè non si ha padronanza perfetta delle cose semplici ._.
5) (scherzo) i tapping e i dive bomb e le armoniche artificiali possono non essere indicati per lo stile :Very Happy:

Avatar utente
Enriquez
Maestro
Maestro
Messaggi: 2290
Iscritto il: 28 giu 2006, 03:05
Località: L'Aquila

Messaggio da Enriquez » 24 apr 2007, 13:40

inizia ad improvvisare usando solo tre note... sarai costretto a inventarti qualcosa per non essere troppo ripetitivo, e questo aiuta lo sviluppo della creatività.
:ciauz:

Y. Malmsteen
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 135
Iscritto il: 05 set 2006, 16:35

Messaggio da Y. Malmsteen » 24 apr 2007, 13:48

1) improvvisa sempre su una stessa base per diverse volte, provando magari sempre lo stesso box oppure alternandoli...
2) ascolta clapton, vaughan, bb king ecc e cerca di riprodurre sulla tua chitarra qualche fraseggio che più ti impressiona, tanto è tutto sulla pentatonica, al 90% per il blues si usa quel tipo di scala

:ciauz:

kalimero
Esperto
Esperto
Messaggi: 506
Iscritto il: 19 feb 2007, 17:53
Località: provincia di Bergamo

Messaggio da kalimero » 24 apr 2007, 14:19

Eih, mr.blig, se non ti metti a ridere ti dico la mia.
Partendo dal fatto che sei un bravo chitarrista, per cui non è certamente la tecnica che ti manca, nè tantomeno la padronanza del tuo strumento, forse manca l'atmosfera giusta.
Mi spiego: Anche a me piace il genere blues, la sua malinconia, il suo...colore.
Quando ascolto questa musica mi viene da pensare ad un paesaggio piatto sotto un sole cocente in cui scorre il grande fiume Missisippi, il suo delta, i battelli fumanti che lo percorrono, le grandi piantagioni popolate da schiavi al lavoro..... perchè questa è l'anima del blues che conosco io.
Immagino che anche a te, ascoltando questa musica, si formi nella tua testa un' immagine, un paesaggio, una situazione.
Prendi la tua chitarra, chiudi gli occhi e ricostruisci mentalmente quello che la musica ti ispira, immedesimati nell'atmosfera e prova.
Nel blues non c'è tecnica che tenga se l'anima non ha niente da dire.
Beh, ti ho detto come la penso io, se ti fa ridere, lascia perdere.
In bocca al lupo.
Hey Joe, where you going with that gun in your hand?

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Messaggio da Canepazzo » 24 apr 2007, 14:28

beh, io ti faccio un pò di nomi cosi: roy buchanan, albert collins, hubert sumlin, gary moore.

procurati assolutamente "i know you" di sumlin e assolutamente "ice pickin" di albert collins.
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards

Avatar utente
Outlaw
Esperto
Esperto
Messaggi: 353
Iscritto il: 22 ott 2006, 15:11
Località: Cernusco s/n MI
Contatta:

Messaggio da Outlaw » 24 apr 2007, 14:29

io ho il problema opposto...cioè...il mio genere va dal blues all hard rock passando per rock n roll e rock....il problema è che suono in un gruppo viking metal....e tutti gli assoli che improvviso hanno tendenze blues e rock n roll....
Questo perchè non ho quasi mai ascoltato metal e derivati e non ho in testa, o nel cuore, quella musica. Però gli altri membri del gruppo apprezzano lo stesso le improvvisate blues :P

di solito per le improvvisate blues "smanetto" sulla semplice pentatonica del giro con aggiunte di bending etc...però quello che ci vuole è veramente tanto ascolto...io non penso a quello che suono mentre lo sto suonando...esce da sè...poi ovviamente imparo qualche tipico riff di assoli dei piu grandi...come stevie ray, robert johnson, george thorogood, zz top etc...tra parentesi...io di teoria non so quasi nulla a parte come usare le pentatoniche....se mi chiedi di fare un assolo metal non saprei da dove partire...tutto viene dall ascolto e dallo "smanettamento" sulla chitarra, dopo un po con l'orecchio capisci che tasti devi premere..ehehhee

Avatar utente
strummerx
Esperto
Esperto
Messaggi: 759
Iscritto il: 06 apr 2007, 11:20
Località: brescia
Contatta:

Messaggio da strummerx » 25 apr 2007, 11:01

kalimero,mi piace tantissimo il tuo modo di pensare!!!ottima idea quella di viaggiare con la mente mentre si suona...ma penso che tutti lo facciamo inconsapevolmente...o almeno lo spero...pero è un ottima immagine di quel che dovrebbe essere il rock cioè l esprimere sentimenti...è logico che se uno non ha emozioni da esprimere non potra mai fare un assolo che ti cattura...

outlaw,anch io faccio come te:
smanettamento libero!!!! :yourock: :rocken:
fenomeni si nasce,miti si diventa!!!
http://www.myspace.com/galvanica

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 25 apr 2007, 12:36

kalimero ha scritto:Nel blues non c'è tecnica che tenga se l'anima non ha niente da dire.
Kalimero, il vero grande vecchio del forum. C' è più verità in queste parole che in qualsiasi professione di fede.

:venerato:

"Per suonare il blues ci vogliono 3 cose: una buona storia, una buona storia e una buona storia". Lo disse Muddy Waters.

:yourock:
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Messaggio da Canepazzo » 25 apr 2007, 14:55

si però anche un pochetto di tecnica non guasta suvvia.... riconosciamolo...

mi sta anche bene il "sentire"...ma se poi la mano non riesce a trasporre il feeling della nostra testolina come la mettiamo?

cioè...secondo me è un pò un luogo comune da sfatare
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards

Avatar utente
strummerx
Esperto
Esperto
Messaggi: 759
Iscritto il: 06 apr 2007, 11:20
Località: brescia
Contatta:

Messaggio da strummerx » 25 apr 2007, 18:50

dopo varie discussioni sono arrivato alla conclusione che tecnica e passione sono complementari:
passione al 70%
tecnica al 20%

senza passione non ti avvicini neanche al mondo della musica e ancor meno a quello del rock...la musica è passione soprattutto il rock...come gia detto in altri topic la musica è un mezzo di comunicazione e se non si ha niente da comunicare allora non fai musica!
logicamente se uno non sa dove metter mano sul manico non riesce a rafforzare con l elemento sonoro cio che vuole comunicare... :Very Happy:
fenomeni si nasce,miti si diventa!!!
http://www.myspace.com/galvanica


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti