Blues feeling

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 25 apr 2007, 19:44

Ragazzi scusate, forse non mi sono spiegato: non volevo dire che si può fare musica senza tecnica, volevo dire che, soprattutto nel blues, devi avere qualcosa dentro, qualcosa da esprimere, altrimenti puoi avere tutta la tecnica che vuoi, ma creerai solo un bel contenitore, ben realizzato, fors' anche prezioso, ma inesorabilmente vuoto !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 25 apr 2007, 20:50

io son del pensiero opposto....
sarà che mi han fatto studiare tanti anni di armonia etc, ma il blues segue regole ferree e ben precise, colorite da pochissime eccezioni.....

Semplicemente son più semplici da eseguire che da studiare per molte persone (anche perchè questa analisi finalizzata al blues è meno utile di semplice pratica).

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da mr.blig » 25 apr 2007, 21:16

ma200360 ha scritto:Ragazzi scusate, forse non mi sono spiegato: non volevo dire che si può fare musica senza tecnica, volevo dire che, soprattutto nel blues, devi avere qualcosa dentro, qualcosa da esprimere, altrimenti puoi avere tutta la tecnica che vuoi, ma creerai solo un bel contenitore, ben realizzato, fors' anche prezioso, ma inesorabilmente vuoto !
sono perfettamente d'accordo con te.

dopotutto la tecnica nel blues è importante per alcuni aspetti ma non è requisito necessario e sufficiente. certo serve un'infarinatura, ma fino a fare una scala pentatonica credo che sia la prima cosa che abbiamo imparato, non servono tecniche difficili da padroneggiare come invece servono nel metal (bending assurdi, velocità, sweep...), serve piuttosto il cuore, il sentimento (non che in altri generi non serva), l'anima blues...a questo punto mi chiedo:

...si può imparare ad esprimere il Blues come si impara a suonare la chitarra o forse è una cosa che alcuni hanno e altri no?
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine

Avatar utente
Outlaw
Esperto
Esperto
Messaggi: 353
Iscritto il: 22 ott 2006, 15:11
Località: Cernusco s/n MI
Contatta:

Messaggio da Outlaw » 25 apr 2007, 21:36

io penso che o ce l'hai o non ce l'hai...potresti arrivare ad averla ascoltando mooolto ma deve comunque essere una cosa spontanea...non devi concentrarti a suonare del blues, deve uscirti dalle dita e dal cuore spontaneamente.

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 25 apr 2007, 23:37

mr.blig ha scritto:
...si può imparare ad esprimere il Blues come si impara a suonare la chitarra o forse è una cosa che alcuni hanno e altri no?
Bella domanda... forse dipende dai diversi momenti che attraversiamo nella nostra vita, chissà.
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Messaggio da silente » 26 apr 2007, 09:02

Visto chi hai nella firma mi sembra inutile consigliarti Stevie...comunque è fondamentale Robert Johnson (1911), visto che quasi tutti i fraseggi acustici standard del blues sono stati inventati da lui. Una cosa sottolineerei di mio, e cioè che la differenza tra un blues piatto e un blues emozionante spesso stà in un uso magistrale del vibrato... :ciauz:

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 26 apr 2007, 09:39

Grazie per la segnalazione, ma non è che di blues sia proprio digiuno...
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

dudu junior
Maestro
Maestro
Messaggi: 1184
Iscritto il: 29 dic 2006, 09:34
Località: Venezia

Messaggio da dudu junior » 26 apr 2007, 11:33

qua quello che dici tu e un problema di scioltezza nelle scale ,prova fare con la voce quello che vorresti riprodurre con la chitarra

kalimero
Esperto
Esperto
Messaggi: 506
Iscritto il: 19 feb 2007, 17:53
Località: provincia di Bergamo

Messaggio da kalimero » 26 apr 2007, 12:08

Ragazzi, questo argomento mi sta appassionando, perciò mi rifaccio vivo.
La tecnica nel blues come in qualsiasi genere musicale per qualsiasi strumento è fondamentale. D'altra parte, rispondendo a mr.blig, sono partito dal presupposto che lui è un buon chitarrista e conosce la tecnica necessaria per eseguire un blues.
Ripetere giri e assoli di blues già sentiti in migliaia di dischi non sono il suo problema: senz'altro già lo fa benissimo. Se ho ben capito, il suo problema è molto più difficile da risolvere: deve riuscire ad esprimere quello che ha dentro attraverso la sua chitarra, percorrendo una strada sua. Ha già seguito le orme dei grandi del blues, ha già camminato lungo i loro sentieri. Adesso vuole tracciare il suo percorso.
Penso che imparare a suonare la chitarra sia un fattore puramente tecnico e alla portata di tutti, almeno entro certi livelli, per questo ho ancora qualche speranza anch'io! :Very Happy:
Imparare ad esprimere il blues, e comunque ad esprimersi in qualsiasi campo non è solo una questione tecnica: ci vuole il cuore. Comunque ritengo che anche questo sia alla portata di tutti, magari è molto più complicato.
Ma il fatto che mr.blig se lo ponga come obiettivo da raggiungere, secondo me già lo avvicina al traguardo.
Forza, mr.blig, il giorno che riuscirai sarà un gran bel giorno per te. :yourock:
Hey Joe, where you going with that gun in your hand?

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Messaggio da darkfender » 26 apr 2007, 12:32

nessuno mi considera ma imho per capire come si suona un blues non c'è esempio migliore di malmsteen (in red house blues magari):

Ha la tecnica, ha il suono adatto.... ma lo stesso è la negazione del blues...

Dall'analisi dei suoi errori, si capisce bene come ottenere proprietà di linguaggio.
Poi chiaro se questa si ha già, e bisogna passare a un blues più raffinato alla robben ford il discorso cambia.

dudu junior
Maestro
Maestro
Messaggi: 1184
Iscritto il: 29 dic 2006, 09:34
Località: Venezia

Messaggio da dudu junior » 26 apr 2007, 12:37

kalimero ma tu sapevi che quello che ho detto io e un vero esercizio propio per il blues queste cose le hanno fatte clapton carl perkins ecc ecc e penso che faccia bene alla composizione degli assoli

kalimero
Esperto
Esperto
Messaggi: 506
Iscritto il: 19 feb 2007, 17:53
Località: provincia di Bergamo

Messaggio da kalimero » 26 apr 2007, 15:00

Sono perfettamente d'accordo con te, caro dudu.
Ma io ho posto l'accento sul problema di esprimere i propri sentimenti aprendo una strada tua, non senza aver prima seguito le orme dei grandi maestri.
I due concetti:
1. Ascolta, studia e impara dai maestri
2. Cerca una tua strada personale.
Sono due fasi non certo in contrapposizione, bensì complementari fra loro.
Infatti, prima di essere in grado di creare qualcosa di tuo, devi aver studiato ed imparato da chi prima di te ha già fatto tutto questo.
Il problema del nostro amico mr.blig, e qui vado dritto al nocciolo, è che probabilmente, dopo aver ascoltato e studiato tutto quello che di blues ha trovato, adesso vuole creare qualcosa di suo.
E qui, secondo il mio modesto parere, deve tirare fuori la SUA anima, il SUO cuore, senza trascurare quanto di buono ha imparato e continua ad imparare dai maestri, ma adesso tocca a lui.
Hey Joe, where you going with that gun in your hand?

Avatar utente
mr.blig
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 07 apr 2006, 23:16
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da mr.blig » 26 apr 2007, 19:19

sono d'accordo con tutti. in particolar modo con kalimero, hai capito esattamente il problema, mi piace il tuo modo di pensare.

vedrò cosa riesco a fare....intanto continuoad ascoltare i miei idoli..e a tentare di imitarli :D
Daisy Chain: il gruppo acustico di rock cover di cui faccio parte ;)

Immagine

Avatar utente
strummerx
Esperto
Esperto
Messaggi: 759
Iscritto il: 06 apr 2007, 11:20
Località: brescia
Contatta:

Messaggio da strummerx » 26 apr 2007, 19:26

noi siamo dei nani sulle spalle di giganti...


dove l'ho gia sentita?boh...

comunque per chi è ignorante vuol dire che noi dobbiamo usare le conoscenze gia acquisite dai grandi della musica e quindi imparare le loro tecniche e le loro canzoni e quando avremo raggiunto la loro altezza potremo finalmente guardare un po piu lontano di loro...

se uno non segue le orme dei miti non arrivera mai a buoni livelli(sempre che non sia un nuovo genio)
se uno segue solo le orme dei miti allora non riuscira mai a superarli e non fara mai niente di personale


siamo nani sulle spalle dei giganti...
fenomeni si nasce,miti si diventa!!!
http://www.myspace.com/galvanica

Avatar utente
Canepazzo
Esperto
Esperto
Messaggi: 825
Iscritto il: 05 lug 2006, 14:07
Località: Savona

Messaggio da Canepazzo » 26 apr 2007, 23:28

ragazzi quando saremo a questi livelli.....

http://www.youtube.com/watch?v=XXYjEMTQRm0

saremo dei bluesmen!! :Very Happy:

mi mette i brividi questo video...cosa ne pensate? fa paura :venerato:
"Quando suono la telecaster mi sento come un idraulico con il suo migliore strumento tra le mani!"

Keith Richards


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti