blocco dell'autodidatta

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
Thebigforna
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 07 giu 2009, 22:15

blocco dell'autodidatta

Messaggio da Thebigforna » 10 giu 2009, 17:01

salve, suono ormai da 5 mesetti circa , ma ultimamente nn riesco piu ad andare avanti con "l'apprendimento". lo metto tra virgolette perchè non ho seguito un o schema ben preciso, la teoria l'ho proprio saltata, e quello che so fare lo devo a guitar pro e youtube. quindi, qualcuno conosce mica un sito ( o un manuale) dove vi è spiegato un metodo progressivo di apprendimento per la chitarra? per ora suono classica e aucustica alla elettrica ci penserò poi, quando avrò lo strumento. grazie anticipate ^^ :rocken:


"You pull the trigger of my... my Love Gun...."


Avatar utente
silente
Maestro
Maestro
Messaggi: 5493
Iscritto il: 23 apr 2007, 09:53

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da silente » 10 giu 2009, 23:18

Sono un autodidatta con più di venti anni di chitarra e il consiglio più viscerale che ti posso dare è: vai da un maestro. Anche una volta al mese, ma scegli la scorciatoia. L' autodidattica è fatta di troppi vicoli ciechi. :Very Happy:
ImmagineIl Cantagallo Podcast

Thebigforna
Principiante
Principiante
Messaggi: 10
Iscritto il: 07 giu 2009, 22:15

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Thebigforna » 12 giu 2009, 15:34

il mi zio che suona la chitarra va bene uguale? XD non ha il diploma del conservatorio e sa lavorare su folk e aucustica, ma la elettrica nn sa nemmeno che sia XD

Avatar utente
darkfender
Maestro
Maestro
Messaggi: 3818
Iscritto il: 05 apr 2007, 10:36

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da darkfender » 12 giu 2009, 17:48

per le basi si.....ma se poi fai fatica, meglio qualcuno più orientato sui tuoi gusti musicali.

Avatar utente
Mick#19
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 147
Iscritto il: 17 ott 2008, 14:42

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Mick#19 » 13 giu 2009, 00:07

mmmm...vediamo se tu dici che fai da auto didatta e la teoria non l'hai guardata proprio, presumo che la cosa che maggiormente non ti riesce è l'improvvisazione. Per l'agilità delle dita e la velocità di esecuzione anche un autodidatta può riuscirci se si impegna, ti dico solo che se vuoi essere veloce devi imparare terzine e quartine andata e ritorno su tutte le scale e esercitarti moooooolto sullo sweep...poi come consigliano gli altri vai da un insegnante e vai tranquillo che impari bene a suonare :yourock:
ImmagineImmagine
« With their diseases and orgasm drugs and their sexless parasite life forms - heavy metal People of Uranus wrapped in cool blue mist of vaporized bank notes - And the Insect People of Minraud with metal music »
Cannibal Corpse
Hate Eternal
Immortal
The Crown
Arch Enemy
Rammstein
Rainbow
In Flames
Slayer
Testament
Alice Cooper

Si sono io nell'avatar :P


Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Varel » 14 giu 2009, 12:24

Fare autodidatta così, solo con you tube e programmini del cavolo, diventa frustrante a un certo punto. Puoi fare tre cose: 1) Andare da un maestro molto ma molto tecnico, altrimenti tanto vale continuare senza; 2)Trovare un metodo coi controfiocchi e fare da solo; 3) Trovare un metodo e andare da un maestro contemporaneamente.
Per fare da autodidatti senza avere almeno una minima base, ci vuole una pazienza e una determinazione assurda, oltre al fatto che è molto, ma molto più impegnativo, perchè devi fare il lavoro di un maestro ignorante, e non è una bella cosa passare pomeriggi interi su internet per cercare un metodo istruttivo sullo sweep, ad esempio, quando con un maestro avresti fatto in dieci minuti di lezione.

Avatar utente
Sg Lover
Maestro
Maestro
Messaggi: 1660
Iscritto il: 30 nov 2008, 15:14

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Sg Lover » 14 giu 2009, 14:57

Varel ha scritto:Fare autodidatta così, solo con you tube e programmini del cavolo, diventa frustrante a un certo punto. Puoi fare tre cose: 1) Andare da un maestro molto ma molto tecnico, altrimenti tanto vale continuare senza; 2)Trovare un metodo coi controfiocchi e fare da solo; 3) Trovare un metodo e andare da un maestro contemporaneamente.
Per fare da autodidatti senza avere almeno una minima base, ci vuole una pazienza e una determinazione assurda, oltre al fatto che è molto, ma molto più impegnativo, perchè devi fare il lavoro di un maestro ignorante, e non è una bella cosa passare pomeriggi interi su internet per cercare un metodo istruttivo sullo sweep, ad esempio, quando con un maestro avresti fatto in dieci minuti di lezione.
Varel,cosa intendi per avere una minima base?Perchè anch'io sono autodidatta e l'argomento mi tocca da vicino :ciao:
Per esempio io ho fatto 3 anni di conservatorio,ma con altri strumenti(corno e piano) che da un punto di vista strettamente chitarristico non mi hanno dato nulla,ma ho appreso un sacco di teoria e di metodo di studio più in generale dello strumento...Ecco,quella è una base?Oppure cosa intendi :dubbioso:
If it's too loud,you're too old.
Myspace della mia band! http://www.myspace.com/thebloodymaryal
Profilo facebook della mia band! http://www.facebook.com/pages/The-Blood ... 101?ref=mf

Aderisci all'associazione SGisti cronici! Metti questa frase in firma e imposta la tua SG come avatar!

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Varel » 14 giu 2009, 21:39

Sg Lover ha scritto:
Varel ha scritto:Fare autodidatta così, solo con you tube e programmini del cavolo, diventa frustrante a un certo punto. Puoi fare tre cose: 1) Andare da un maestro molto ma molto tecnico, altrimenti tanto vale continuare senza; 2)Trovare un metodo coi controfiocchi e fare da solo; 3) Trovare un metodo e andare da un maestro contemporaneamente.
Per fare da autodidatti senza avere almeno una minima base, ci vuole una pazienza e una determinazione assurda, oltre al fatto che è molto, ma molto più impegnativo, perchè devi fare il lavoro di un maestro ignorante, e non è una bella cosa passare pomeriggi interi su internet per cercare un metodo istruttivo sullo sweep, ad esempio, quando con un maestro avresti fatto in dieci minuti di lezione.
Varel,cosa intendi per avere una minima base?Perchè anch'io sono autodidatta e l'argomento mi tocca da vicino :ciao:
Per esempio io ho fatto 3 anni di conservatorio,ma con altri strumenti(corno e piano) che da un punto di vista strettamente chitarristico non mi hanno dato nulla,ma ho appreso un sacco di teoria e di metodo di studio più in generale dello strumento...Ecco,quella è una base?Oppure cosa intendi :dubbioso:
Intendo una conoscenza almeno istintiva di un po' di armonia, ad esempio: senza ti attacchi quando c'è da improvvisare. O un minimo di solfeggio, almeno i tempi, o il pentagramma. Sono cose semplici che da autodidatta diventano incerte. E perdonatemi se sono scettico riguardo i chitarristi che non sanno leggere un pentagramma neanche a starci su un mese. Anch'io sono autodidatta, e le tecniche con l'elettrica me le sto facendo da solo, però prima ho fatto sei anni di musica classica per chitarra, e prima ancora quattro anni di musica classica per pianoforte. E già così sono in difficoltà!

Avatar utente
Metal_COB
Esperto
Esperto
Messaggi: 454
Iscritto il: 15 mar 2009, 19:32

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Metal_COB » 14 giu 2009, 22:04

Varel ha scritto:
Sg Lover ha scritto:
Varel ha scritto:Fare autodidatta così, solo con you tube e programmini del cavolo, diventa frustrante a un certo punto. Puoi fare tre cose: 1) Andare da un maestro molto ma molto tecnico, altrimenti tanto vale continuare senza; 2)Trovare un metodo coi controfiocchi e fare da solo; 3) Trovare un metodo e andare da un maestro contemporaneamente.
Per fare da autodidatti senza avere almeno una minima base, ci vuole una pazienza e una determinazione assurda, oltre al fatto che è molto, ma molto più impegnativo, perchè devi fare il lavoro di un maestro ignorante, e non è una bella cosa passare pomeriggi interi su internet per cercare un metodo istruttivo sullo sweep, ad esempio, quando con un maestro avresti fatto in dieci minuti di lezione.
Varel,cosa intendi per avere una minima base?Perchè anch'io sono autodidatta e l'argomento mi tocca da vicino :ciao:
Per esempio io ho fatto 3 anni di conservatorio,ma con altri strumenti(corno e piano) che da un punto di vista strettamente chitarristico non mi hanno dato nulla,ma ho appreso un sacco di teoria e di metodo di studio più in generale dello strumento...Ecco,quella è una base?Oppure cosa intendi :dubbioso:
Intendo una conoscenza almeno istintiva di un po' di armonia, ad esempio: senza ti attacchi quando c'è da improvvisare. O un minimo di solfeggio, almeno i tempi, o il pentagramma. Sono cose semplici che da autodidatta diventano incerte. E perdonatemi se sono scettico riguardo i chitarristi che non sanno leggere un pentagramma neanche a starci su un mese. Anch'io sono autodidatta, e le tecniche con l'elettrica me le sto facendo da solo, però prima ho fatto sei anni di musica classica per chitarra, e prima ancora quattro anni di musica classica per pianoforte. E già così sono in difficoltà!
E i miei 10 anni di pianoforte possono servire a un minimo?
Children of Bodom
Hypocrisy
Insomnium
Testament
At the Gates
Rammstein
Raintime
In Flames
Slayer
The Haunted
Arch Enemy

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Varel » 14 giu 2009, 22:13

Metal_COB ha scritto:
Varel ha scritto:
Sg Lover ha scritto: Varel,cosa intendi per avere una minima base?Perchè anch'io sono autodidatta e l'argomento mi tocca da vicino :ciao:
Per esempio io ho fatto 3 anni di conservatorio,ma con altri strumenti(corno e piano) che da un punto di vista strettamente chitarristico non mi hanno dato nulla,ma ho appreso un sacco di teoria e di metodo di studio più in generale dello strumento...Ecco,quella è una base?Oppure cosa intendi :dubbioso:
Intendo una conoscenza almeno istintiva di un po' di armonia, ad esempio: senza ti attacchi quando c'è da improvvisare. O un minimo di solfeggio, almeno i tempi, o il pentagramma. Sono cose semplici che da autodidatta diventano incerte. E perdonatemi se sono scettico riguardo i chitarristi che non sanno leggere un pentagramma neanche a starci su un mese. Anch'io sono autodidatta, e le tecniche con l'elettrica me le sto facendo da solo, però prima ho fatto sei anni di musica classica per chitarra, e prima ancora quattro anni di musica classica per pianoforte. E già così sono in difficoltà!
E i miei 10 anni di pianoforte possono servire a un minimo?
Dubito fortemente che il pianoforte possa essere utile ad alcunchè, ma la teoria necessaria all'esecuzione su piano trovo sia quasi indispensabile. In ogni caso, è meglio averla.

Avatar utente
Angus9046
Esperto
Esperto
Messaggi: 946
Iscritto il: 08 set 2008, 00:33
Località: Oderzo (TV)

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Angus9046 » 15 giu 2009, 00:59

Varel ha scritto:
Metal_COB ha scritto: E i miei 10 anni di pianoforte possono servire a un minimo?
Dubito fortemente che il pianoforte possa essere utile ad alcunchè, ma la teoria necessaria all'esecuzione su piano trovo sia quasi indispensabile. In ogni caso, è meglio averla.
beh, 10 anni di pianoforte ti danno un ear training naturale come pochi strumenti sanno fare direi!!!
Podcast
Podcast

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da Varel » 15 giu 2009, 01:51

Angus9046 ha scritto:
Varel ha scritto:
Metal_COB ha scritto: E i miei 10 anni di pianoforte possono servire a un minimo?
Dubito fortemente che il pianoforte possa essere utile ad alcunchè, ma la teoria necessaria all'esecuzione su piano trovo sia quasi indispensabile. In ogni caso, è meglio averla.
beh, 10 anni di pianoforte ti danno un ear training naturale come pochi strumenti sanno fare direi!!!
ear training sarebbe un modo alternativo per definire quella che io chiamo "conoscenza armonica istintiva"? :ciao: in tal caso sono d'accordo con te!

Avatar utente
MkMouss
Maestro
Maestro
Messaggi: 2196
Iscritto il: 12 set 2008, 11:19
Contatta:

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da MkMouss » 15 giu 2009, 09:56

Io sono quasi autodidatta su chitarra. ma vengo da un'infanzia passata sopra ad una fisarmonica.. quindi di teoria e di ascolto ne ho masticati parecchi..
Per me l'impronta di un insegnante, che lasci pochi argomenti alla più libera interpretazione ad un ragazzo che imbraccia la chiatarra per la prima volta, è grande.
Quoto la prima cosa detta dal buon silente.. anche una volta al mese, ma vai da un bravo maestro. fatti consigliare da chitarristi più esperti anche per la ricerca del maestro in questione.

FACCI CASO: chi va (o c'è andato) dal maestro dice di poterne fare a meno, chi non c'è andato consiglia di andarci!! :Very Happy: :Very Happy: :esatto:
questo perchè non ci si rende conto dei benefici che un'insegnante più apportare!
Gibson Les Paul standard '99 - Gibson ES335 Dot Ressue '95 - Blue Guitars Telecaster 2004
Lisa homeguitar tele style '09 --> WORK IN PROGRESS!!!!
FENDER BANDMASTER Silverface 68 - BLACKSTAR Artisan 15H
http://www.myspace.com/eyestonebrain
La funzione "Cerca" è tua amica !!

Avatar utente
odos
Maestro
Maestro
Messaggi: 2733
Iscritto il: 21 gen 2008, 20:33

Re: blocco dell'autodidatta

Messaggio da odos » 15 giu 2009, 10:26

Anch'io sono per il maestro, però non per un maestro a caso. Ovviamente dipende da dove vivi, ma prenditi un maestro che suoni normalmente con la sua band la musica che tu vorresti suonare. Io credo che il vantaggio del maestro non consista nel fatto che ti dia del materiale da smazzare, ma nel fatto che ti trasmette implicitamente modi di vedere, gusto, il "Know how". Io sono spesso andato da maestri che alla fin della fiera mi davano 4 triadi che trovavo su qualsiasi libro e li ho lasciati. I più grandi invece sono stati quelli che mi hanno fatto vedere la musica "dal di dentro", da professionisti di un genere che io volevo suonare. Questo secondo me ti permette di evitarti quello sforzo immane che dovresti fare da solo nel cercare di capire cosa fanno veramente i professionisti.

Cercati un maestro e non farti abbindolare da tutto quello che dicono o dicono che ti faranno fare, guarda come suonano e cosa suonano, e scegli in base a quello. Fatti dare un cd e valli a vedere dal vivo. Il materiale concreto lo trovi ovunque oggi. Questa è perlomeno la mia esperienza
Le mie Jam su Neesk:

Podcast


"...in ognuno di noi dorme un genio. E sta sveglio un idiota"


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti