assoli improvvisati con pentatoniche

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
BrunoSpotiNA
Nuovo nel Forum
Nuovo nel Forum
Messaggi: 1
Iscritto il: 11 mar 2012, 20:43

assoli improvvisati con pentatoniche

Messaggio da BrunoSpotiNA » 11 mar 2012, 20:55

salve a tutti spero di non aver sbagliato sessione ....il mio preblema è questo: suona da 4 anni la chitarra per tre annilo studiata ora da un anno mi sono fermato .
ho una buona base classica anche a livello di teoria però negli ultimi tempi ho capito che voglio andare oltre me stesso ...mii sto cimentanto nelle scale pentatoniche ho imparato le box e ho capito come si trova la giusta tonalità da utilizzare ora il dubbio ke mi sorge è questo :come collegare le varie box insieme e soprattutto per fare un buon solo qualsi salti compiere a livello tonale...so che la mia domanda è un po banale ma vorrei qualche consigli da qualkuno ke sappia improvvisare davvero bene ...grz


Vinz
Principiante
Principiante
Messaggi: 17
Iscritto il: 16 feb 2012, 10:58

Re: assoli improvvisati con pentatoniche

Messaggio da Vinz » 12 mar 2012, 12:15

Domanda semplice ma interessante, aspetto anche io la risposta degli esperti, cmq i vari box sono collegati, le note sono condivise quindi è facile passare da quelle di un box a quelle dell'altro. Dal punto di vista melodico le possibilità sono infinite...

Avatar utente
rhapsody
Esperto
Esperto
Messaggi: 691
Iscritto il: 15 mag 2011, 21:37

Re: assoli improvvisati con pentatoniche

Messaggio da rhapsody » 12 mar 2012, 15:59

Premesso che sono un istintivo, un po' ignorante e non troppo bravo nell'improvvisazione :Very Happy: , però io penso che la risposta alle tue domande si possa dare solo con la pratica e ognuno può dare una sua risposta personale. Allenati ad improvvisare sopra basi musicali (anche i normali brani vanno benissimo) e col tempo troverai le tue risposte.
Anche Martin Taylor dice che la musica non può essere teorizzata più di tanto, l'eccessiva teorizzazione riduce la fantasia e la creatività, si impara tantissimo con la pratica. :lollol:

Avatar utente
mamasa
Maestro
Maestro
Messaggi: 3082
Iscritto il: 21 lug 2010, 16:08
Località: Melbourne, VIC, Australia

Re: assoli improvvisati con pentatoniche

Messaggio da mamasa » 12 mar 2012, 17:17

Beh, il grosso della risposta te l'hanno già dato: fare tanta pratica e sfruttare le note in comune.
Di mio posso aggiungere un paio di consigli per collegare i box, cioè:
- cerca di unire box legati da cadenze forti (ad esempio una sequenza che finisce in MI cadrà più facilmente su una che inizia in LA piuttosto che su una che parte dal DO) e, possibilmente, con caratteristiche ritmiche compatibili
- non attaccarli tutti di fila per forza, puoi anche "suonare" le pause tra l'uno e l'altro (Gilmour docet)
- soffermati più a lungo sulle note principali dell'accordo su cui ti trovi (tonica, quinta, eccetera) e sfruttale come ripartenza per il box successivo.
- ogni tanto appoggiati sui cromatismi per fare i salti di tono

Poi, fossi in te, non mi fossilizzerei troppo sui box. Sono sicuramente utilissimi quando ci si impantana in un punto morto e non si hanno molte idee per andare avanti, però, in generale, è meglio muoversi il più liberamente possibile (IMHO).

Alla domanda "per fare un buon solo, quali salti compiere a livello tonale?" non so cosa risponderti perché, sinceramente, non ho ben capito cosa intendi :dubbioso:
Tutti sanno dire "ti amo", ma pochi sanno dire "vuoi quei kiwi?".

Siccome Piove
Podcast Immagine


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti