aiuto per una dodici corde

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 17 feb 2007, 00:29

Io sono un grande (non bravo, solo grande in senso quantitativo) utilizzatore di 12 corde, anche se soprattutto elettriche. Nell' elettrica ti può capitare che il cantino della corda di riferimento, anziché essere "sopra" sia "sotto": ad esempio, sulla Rickenbacker (chitarra MITO tra le 12 corde elettriche) sono montate, per capirci, il mi acuto come undicesima corda e il mi grave come dodicesima. E' vero anche che, però, non capita spesso di trovare questa configurazione.

Far suonare tutte le note, ad esempio, su un Fa maggiore o un Si b maggiore in prima posizione, è un' impresa praticamente disperata. Il trucco è usare quanto più possibile le corde a vuoto, diteggiando il meno possibile, evitare i barrè (se non parziali sulle prime 6 corde) e cercare di pizzicare praticamente solo quello che suonerà bene.

Proprio ieri ho cambiato le corde a una 12 corde (anzi, a una doppio manico, lavoretto piacevolissimo...), e ho voluto provare a montare una scalatura sottilissima: le corde "base", quelle della normale 6 corde, sono una muta di Elixir superlight (0.09/0.42), mentre le altre le ho montate così: 0.09, 0.11 (come sulla muta "base", ovviamente), 0.08, 0.10, 0.11, 0.13. A sentire la risposta da "spenta" si direbbe che il suono complessivo manchi un po' troppo di corpo, ma chissà che, regolando bene l'amplificatore, non porti a casa un buon risultato. D'altra parte, abitando in un appartamento e potendo fare questi lavori solo la sera, non posso fare casino, quindi fino a Domenica non so come suonerà veramente. Certo che, rispetto a prima, la suonabilità sul manico è cambiata proprio tanto !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html


Avatar utente
ChristianmacLeod
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 30 gen 2007, 03:43
Località: Messina
Contatta:

Messaggio da ChristianmacLeod » 27 feb 2007, 02:35

ok,grazie per tutti i consigli che mi state dando.io sto diventando molto piu' sicuro ,con l'allenamento ogni giorno.mi sto abituando e vi devo dire che e' bellissima la chitarra a 12 corde.molto piu' di quanto potessi immaginare.ha dei suoni troppo belli.cmq sto evitando i barre' e sto cercando degli accordi che lascino il suono piu' aperto.sto guardando la guida del forum sugli accordi.cmq va molto meglio.sto ascoltando molto kottke,riccardo zappa e phillips(troppo bravi).aprono la mente.cmq vi vorrei chiedere se conviene usare il plettro o le dita,e se secondo voi la cattiva abitudine d'arpeggiare con il pollice trascurando le altre dita puo' essere corretta con degli appositi esercizi!magari l'uso fluido di tutte le dita mi aiuta nella 12 corde a creare degli arpeggi piu' "consistenti"... :ciauz:

p.s. mi sono accordato mezzo tono sotto... e' piu' morbida!voi che dite?

Avatar utente
ma200360
Maestro
Maestro
Messaggi: 28447
Iscritto il: 19 dic 2006, 20:53

Messaggio da ma200360 » 27 feb 2007, 07:40

ChristianmacLeod ha scritto:cmq vi vorrei chiedere se conviene usare il plettro o le dita,e se secondo voi la cattiva abitudine d'arpeggiare con il pollice trascurando le altre dita puo' essere corretta con degli appositi esercizi!magari l'uso fluido di tutte le dita mi aiuta nella 12 corde a creare degli arpeggi piu' "consistenti"... :ciauz:

p.s. mi sono accordato mezzo tono sotto... e' piu' morbida!voi che dite?
Leo Kottke, un maestro assoluto...

Diciamo che puoi usare le techica che più ti aggrada, plettro, dita (coi fingerpicks o senza, se ce la fai) o mista plettro-dita, dipende solo da come ti trovi meglio. La tecnica più ortodossa, mi par di capire, è il flatpicking, ma ho visto usare anche solo le unghie, senza neanche il thumbpick !

L' idea del "mezzo tono sotto" mi sembra buona,il problema potrebbe nascere quando dovessi suonare con qualcun altro !
"Five strings, three chords, two fingers, one asshole !"

Keith Richards

"We needed to free the bass player from the big doghouse, the acoustic bass."

Leo Fender

Immagine

La funzione "Cerca" è tua amica !!

http://www.steelydan.com/gas.html

Avatar utente
ChristianmacLeod
Principiante
Principiante
Messaggi: 21
Iscritto il: 30 gen 2007, 03:43
Località: Messina
Contatta:

Messaggio da ChristianmacLeod » 28 feb 2007, 00:21

ok ora mi documento su queste tecniche se ho bisogno ti chiedo.vediamo quale mi riesce meglio!per quanto concerne gli altri quando suono con il trio acustico,faccio accordare il bassista mezzo tono sotto e al tastierista gli faccio fare il trasporto...
hihihihihih non saranno contenti,ma non si puo' avere tutto dalla vita... :ciao:


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti