accordi di sesta napoletana e armonia

Di tutto di più sul suonare la chitarra

Moderatori: David, forons, avanzo, lespaul

Rispondi
thom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 68
Iscritto il: 12 lug 2008, 23:42

accordi di sesta napoletana e armonia

Messaggio da thom » 13 lug 2008, 11:43

che sono gli accordi di sesta napoletana?
e cosa bisogna studiare per fare musica classica napoletana?


Avatar utente
Cini
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 92
Iscritto il: 03 lug 2007, 23:51
Località: Verona

Re: accordi di sesta napoletana e armonia

Messaggio da Cini » 13 lug 2008, 14:18

Sono accordi di II° in primo rivolto, cioè con la terza al basso, che vanno a risolvere sul V° nel modo minore, nei quali la VI (la tonica nel caso dell'accordo visto in forma fondamentale, cioè il II° della tonalità) viene abbassata di un semitono...

Per la seconda domanda non ho ben capito cosa intendi per musica classica napoletana... Le regole da studiare son le stesse che per l'altra musica...

thom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 68
Iscritto il: 12 lug 2008, 23:42

Re: accordi di sesta napoletana e armonia

Messaggio da thom » 13 lug 2008, 15:46

però mi so perso così non è più una sesta no?

cmnqe per musica classica napoletana intendo i pezzi napoletani del 1600 fino al 1800 (fenesta vascia, dicitencello vuje,te voglio bene assaie,ecc..) chiedevo se ci sono particolari accordi o scale oltre la normale armonia

Avatar utente
Cini
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 92
Iscritto il: 03 lug 2007, 23:51
Località: Verona

Re: accordi di sesta napoletana e armonia

Messaggio da Cini » 13 lug 2008, 16:17

Perchè non è più una VI? Semplicemente da VI M diventa VI m...

Avatar utente
Eric Johnson
Esperto
Esperto
Messaggi: 472
Iscritto il: 25 set 2006, 16:19
Località: Salerno

Re: accordi di sesta napoletana e armonia

Messaggio da Eric Johnson » 13 lug 2008, 16:56

thom ha scritto:però mi so perso così non è più una sesta no?
Esempio,prendi il Remin7(re-fa-la-do) in primo rivolto ossia con la terza al basso,quindi diverrà un Famaj6(fa-la-do-re) ed infatti entrambi hanno le stesse note ma semplicemente con intervalli diversi.Ora la sesta del fmaj6,ossia il re,viene abbassata di un semitono(quindi,ovviamente,diventerà un reb...).
La possibilità di vedere il Re come tonica consiste appunto nell'interpretare il fmaj6 come un accordo a sè stante(dove il re sarà una sesta),o soltanto come uno dei rivolti di remin7,e quindi,proprio in questo secondo caso,se continuiamo a ragionare in remin7,Re è naturalmente la tonica,sei d'accordo? :wink:
Come ha detto Cini,è un accordo che si usa per risolvere al V grado(Sol),quindi la terza di Fa(che è La)dovrà anch'essa essere abbassata di un semitono (quindi Lab).
In pratica,esempio in tonalità di Do,suonerai teoricamente:

Faminb6-Sol7-Do

Ma siccome faminb6 è composto dalle note: fa-lab-reb(la quinta è omessa),allora potrai suonare direttamente un rebmaj,in quanto quest'ultimo è composto dalle medesime note: reb-fa-lab

Quindi la cadenza sarà:
Rebmaj-Sol7-Domaj

Spero di esserti stato d'aiuto !
:ciauz:
"La vita è più veloce di un battito di ciglia.
La vita è incontrarsi e dirsi addio fino alla prossima volta".


Immagine


thom
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 68
Iscritto il: 12 lug 2008, 23:42

Re: accordi di sesta napoletana e armonia

Messaggio da thom » 13 lug 2008, 17:29

si ora ho capito
grazie a tutti


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti