La religione

Il luogo adatto per parlare di arte, cultura e tematiche sociali non legate alla chitarre. Dite ciò che volete(ovviamente nei limiti della correttezza).

Moderatori: David, forons

Avatar utente
matte92or
Esperto
Esperto
Messaggi: 572
Iscritto il: 11 dic 2009, 21:30

Re: La religione

Messaggio da matte92or » 15 giu 2010, 22:55

preferisco credere che sotto terra c'è l'Ade e il fiume acheronte e zeus mi sorveglia dal monte olimpo xD
Immagine
Immagine
Immagine


Avatar utente
][AnDrE][
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1743
Iscritto il: 17 giu 2006, 11:26
Località: Prov Asti

Re: La religione

Messaggio da ][AnDrE][ » 16 giu 2010, 00:03

Varel ha scritto:
In germania si vergognano a morte del nazismo, possiamo dire lo stesso della chiesa? Eppure ha fatto più vittime la Chiesa Cattolica del Nazismo.
La germania si è scusata e il nazismo non esiste più e non esisterà mai più. La chiesa cattolica continua ad essere diffusa e omaggiata.
Ha chiesto scusa, cosa me ne faccio di queste scuse.
Al di là del discorso sulla non esistenza di dio.
Beh è come dire: cosa me ne faccio delle scuse dei nazisti se hanno sterminato la mia famiglia?

La chiesa viene omaggiata per le cose buone che fa non credo che nessuno la omaggi per le crociate o il rogo di Giordano Bruno.
La funzione "Cerca" è tua amica!! :ciao:

Sono pochi, quei pazzi, che decidono di vivere la propria vita con vera originalità. Preferendo al ritratto d'autore, un imperfetto capolavoro del proprio,inimitabile, essere.

Tra il dire e il fare, c'è di mezzo il sognare.

Avatar utente
Gianluca
Esperto
Esperto
Messaggi: 305
Iscritto il: 01 mar 2010, 13:30

Re: La religione

Messaggio da Gianluca » 16 giu 2010, 00:12

Varel ha scritto:"Può dio creare un sasso tanto grande da riuscire a sollevarlo?"
Qualunque sia la risposta, dio non è onnipotente.
Ah ok ora l' ho capita, ma Dio non è onnipotente verso se stesso, è onnipotente verso di noi e l' universo, quindi non capisco la domanda.
è come sei dei cani si chiedessero: può un umano morire? La risposta è ovvia per noi, ma loro sarebbero in grado di comprenderla? No perchè vivendo 15 anni, a meno che non ci vedano morire, presumono che siamo immortali.
poi si diceva che in cielo c'è il paradiso e sotto terra l'inferno, ma abbiamo scoperto che sotto terra non c'è nulla se non lava e petrolio e oltre la volta celeste inizia lo spazio. perchè dobbiamo credere al resto?
1) Sono metafore, e lo pensavano anche loro, poichè avevano un forte tradizione dello studio astronomico. Non si è scoperto che il paradiso non sta sopra il cielo, grazie al viaggio sulla luna eh.
2) Il paradiso e l' inferno come vengono comunemente considerati, esistono solo nel cristianesimo.
Poi se vogliamo pensare o il cristianesimo ha tutte le risposte oppure non esiste nulla, beh pensatela come volete, ma vi sbagliate.
Non ritengo il cristianesimo la religione delle grandi verità, tuttavia è da amettere anche che molti vangeli non sono stati accettati dalla Chiesa, contenevano cazzate o verità scomode? E la bibbia nel corso dei secoli, è stata censurata, interpretata, riaddattata, ha subito millemila modifiche. Oggi come oggi ci si presenta un libro spiritualmente scarno.

Avatar utente
][AnDrE][
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1743
Iscritto il: 17 giu 2006, 11:26
Località: Prov Asti

Re: La religione

Messaggio da ][AnDrE][ » 16 giu 2010, 00:23

Varel ha scritto:Può dio creare un masso tanto grande da non poterlo sollevare?
Ecco dimostrato che dio non esiste o almeno non è onnipotente. Semplicissimo.

Ad ogni modo è un fatto che dio come essere senziente, grandissimo, fortissimi, miticissimo è null'altro che un prodotto della psiche umana e riflesso sulla cultura nella storia. Cambiato a seconda di come sono cambiate la cultura e la psiche umana.
Scusa una cosa ma Dio non può essere semplicemente smentito da una frasucciola così, non è una novità ci hanno già pensato in tanti..

Il tuo stesso ragionamento può essere ribaltato :
Anselmo D'Aosta ha scritto:Dio è ciò di cui non si può pensare nulla di maggiore( in senso di perfezione)
Questo è per lui una prova dell'esistenza di Dio visto che se è perfetto deve esistere se no non sarebbe perfetto.

Ma questo ti fa credere in Dio? No come "Può dio creare un masso tanto grande da non poterlo sollevare?" smentisce l'esistenza, semplicemente perchè non si può ragionare nella dimensione delle parole, non sono ii giri di parole che risolvono il problema..

Continuo il discorso di Frank Flicker:
Nella storia siamo stati davanti alle smentite epocali delle nostre certezze come per esempio la scoperta della Fisica Quantistica.

Sulla base di questi ragionamenti come fai a dimostrarmi razionalmente ,per esempio, che l’elettrone è contemporaneamente una particella e un’onda elettromagnetica? è come dire che tu sei Varel ma sei anche un'onda elettromagnetica.
Se la fisica si basa su queste scoperte che per la nostra mente sono assurde perchè prendiamo come spazzatura che la gente possa credere a Dio?
La funzione "Cerca" è tua amica!! :ciao:

Sono pochi, quei pazzi, che decidono di vivere la propria vita con vera originalità. Preferendo al ritratto d'autore, un imperfetto capolavoro del proprio,inimitabile, essere.

Tra il dire e il fare, c'è di mezzo il sognare.

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: La religione

Messaggio da Varel » 16 giu 2010, 11:09

][AnDrE][ ha scritto:
Varel ha scritto:
In germania si vergognano a morte del nazismo, possiamo dire lo stesso della chiesa? Eppure ha fatto più vittime la Chiesa Cattolica del Nazismo.
La germania si è scusata e il nazismo non esiste più e non esisterà mai più. La chiesa cattolica continua ad essere diffusa e omaggiata.
Ha chiesto scusa, cosa me ne faccio di queste scuse.
Al di là del discorso sulla non esistenza di dio.
Beh è come dire: cosa me ne faccio delle scuse dei nazisti se hanno sterminato la mia famiglia?

La chiesa viene omaggiata per le cose buone che fa non credo che nessuno la omaggi per le crociate o il rogo di Giordano Bruno.
Anche il nazismo ha fatto cose buone, e anche tante, ma in base alle cose brutte non può più esistere, il popolo lo disprezza, il governo sovvenziona campagne pubblicitarie solo per insultare i nazisti.
Anche la chiesa forse ha fatto cose buone, ma nonostante le cose brutte (che restano molte di più, come nel caso del nazismo), continuiamo a idolatrarla.
Quest'idea cristiana del perdono non va bene, se uno uccideo una persona e poi chiede scusa, in galera ci va lo stesso.
Gianluca ha scritto: Ah ok ora l' ho capita, ma Dio non è onnipotente verso se stesso, è onnipotente verso di noi e l' universo, quindi non capisco la domanda.
Nono, dio sarebbe proprio onnipotente in tutto.
Gianluca ha scritto:
poi si diceva che in cielo c'è il paradiso e sotto terra l'inferno, ma abbiamo scoperto che sotto terra non c'è nulla se non lava e petrolio e oltre la volta celeste inizia lo spazio. perchè dobbiamo credere al resto?
1) Sono metafore, e lo pensavano anche loro, poichè avevano un forte tradizione dello studio astronomico. Non si è scoperto che il paradiso non sta sopra il cielo, grazie al viaggio sulla luna eh.
2) Il paradiso e l' inferno come vengono comunemente considerati, esistono solo nel cristianesimo.
Poi se vogliamo pensare o il cristianesimo ha tutte le risposte oppure non esiste nulla, beh pensatela come volete, ma vi sbagliate.
Non ritengo il cristianesimo la religione delle grandi verità, tuttavia è da amettere anche che molti vangeli non sono stati accettati dalla Chiesa, contenevano cazzate o verità scomode? E la bibbia nel corso dei secoli, è stata censurata, interpretata, riaddattata, ha subito millemila modifiche. Oggi come oggi ci si presenta un libro spiritualmente scarno.
Non vogliamo pensare che il cristianesimo abbia tutte le risposte, è il cristianesimo a pretendere di contenere la verità assoluta, di cui devi convincerti per essere cristiano. Poi scusami eh, ma Giordano Bruno non l'hanno mica bruciato in base a una metafora, così come non hanno bruciato i mille seguaci dell'eretico Dulcino in base a una metafora, come anche i quindici francescani che predicavano la povertà di cristo, come anche i 10000 ebrei e il 97000 condannati alla prigione perpetua sotto Sisto IV. In base a metafore? Vi prego, basta con questa storia delle metafore e dell'interpretazione: sono cose moderne! Cose che prima nessuno utilizzava e vengono tirate in ballo per cercare di tenere in piedi tutte le assurdità scritte nella Bibbia e portate avanti letteralmente dalla chiesa per due millenni. I cristiani non fanno che adattare le loro scritture e il loro pensieri al mondo moderno.
Prima si diceva che dio ha creato il mondo, adesso si dice che dio ha fatto esplodere il big bang, perchè ovviamente a prima di quest'ultimo non riusciamo a risalire.
][AnDrE][ ha scritto:
Varel ha scritto:Può dio creare un masso tanto grande da non poterlo sollevare?
Ecco dimostrato che dio non esiste o almeno non è onnipotente. Semplicissimo.

Ad ogni modo è un fatto che dio come essere senziente, grandissimo, fortissimi, miticissimo è null'altro che un prodotto della psiche umana e riflesso sulla cultura nella storia. Cambiato a seconda di come sono cambiate la cultura e la psiche umana.
Scusa una cosa ma Dio non può essere semplicemente smentito da una frasucciola così, non è una novità ci hanno già pensato in tanti..

Il tuo stesso ragionamento può essere ribaltato :
Anselmo D'Aosta ha scritto:Dio è ciò di cui non si può pensare nulla di maggiore( in senso di perfezione)
Questo è per lui una prova dell'esistenza di Dio visto che se è perfetto deve esistere se no non sarebbe perfetto.

Ma questo ti fa credere in Dio? No come "Può dio creare un masso tanto grande da non poterlo sollevare?" smentisce l'esistenza, semplicemente perchè non si può ragionare nella dimensione delle parole, non sono ii giri di parole che risolvono il problema..

Continuo il discorso di Frank Flicker:
Nella storia siamo stati davanti alle smentite epocali delle nostre certezze come per esempio la scoperta della Fisica Quantistica.

Sulla base di questi ragionamenti come fai a dimostrarmi razionalmente ,per esempio, che l’elettrone è contemporaneamente una particella e un’onda elettromagnetica? è come dire che tu sei Varel ma sei anche un'onda elettromagnetica.
Se la fisica si basa su queste scoperte che per la nostra mente sono assurde perchè prendiamo come spazzatura che la gente possa credere a Dio?
La frase "Dio è ciò di cui non si può pensare nulla di maggiore" come può essere presa sul serio? è una delle tante per la serie "dio è così, esiste e basta, statevene zitti". Non so se hai notato, ma dio esiste solo dove c'è l'ignoranza, solo dove l'uomo non è ancora arrivato con la ragione.
La fisica non si basa su scoperte assurde, una nozione fisica, per definizione, non è e non sarà mai assurda: è la semplice verità. Ovvio che non possiamo sapere tutto, ci sono sempre cose in natura che non sapremo, ma questo non è un buon motivo per dire "ecco, vedi, c'è dio", bensì è un buon motivo per dire "perchè stiamo togliendo fondi alla ricerca?"
L'elettrone è RAZIONALMENTE sia di natura corpuscolare (particella elementare) che ondulatoria (onda elettromagnetica). Cosa c'entra dio? E' una cosa del tutto terrena conosciuta dagli uomini senza nulla di alieno. E non ha assolutamente nulla di assurdo.
La smentita epocale della Fisica Quantistica è stata una risposta scientifica a un problema scientifico, dio non c'è.
Ma ad ogni modo la fisica non c'entra niente con la frase che ho postato, è semplice matematica, è logica. La fisica non c'entra. La frase scavalca le leggi della fisica. E dio anche potendo mutarle, comunque non riuscirebbe a venir fuori da quella frase, perchè la contraddizione è insita nello stesso concetto di onnipotenza.
E dire "ma chissà nelle cose che non sappiamo..." oppure "ma non puoi mica capire dio" non aiuta, anzi dimostra solo come dio possa esistere solo quando c'è ignoranza. Se noi arrivassimo a conoscere tutto, dio non esisterebbe più, perchè per definizione lui sta nel buio, dove non riusciamo a vedere. Scopiazzo Platone: degli uomini vivono in una profonda e buia caverna, senza mai uscirne e senza mai esserne usciti, congetturando che al di fuori, se anche c'è un fuori, ci si affaccia sul niente, sul vuoto. I più eretici della caverna osano dire che ci sia un mondo più o meno ampio fatto della stessa roccia della caverna e popolato dagli stessi insetti, ma ingigantiti dalla mancanza di una definizione spaziale. Un bel giorno uno esce e non trova nè il vuoto, nè gli insetti, perchè questi erano solo una pura invenzione tesa a far fronte all'ignoranza, ma che in realtà acuiva la stessa, ponendo un velo sulla verità.
Stessa cosa con dio. Partire con in testa il concetto di dio esistente a tutti costi, pregiudica la ricerca e rende incapaci a una semplice osservazione della realtà.


Avatar utente
Gianluca
Esperto
Esperto
Messaggi: 305
Iscritto il: 01 mar 2010, 13:30

Re: La religione

Messaggio da Gianluca » 16 giu 2010, 13:16

Varel ha scritto:
Gianluca ha scritto: Ah ok ora l' ho capita, ma Dio non è onnipotente verso se stesso, è onnipotente verso di noi e l' universo, quindi non capisco la domanda.
Nono, dio sarebbe proprio onnipotente in tutto.
Ma chi lo dice questo? Per Dio onnipotente si intende il Dio che ha creato tutto ciò, è onnipotente in tutto se crediamo nelle dio monoteista, cioè niente all' infuori di lui.
Ma immaginiamo per un' attimo che all' infuori del creato ci sia un altro mondo, con Dio e tanti altri suoi simili, sarebbe lo stesso Dio onnipotente anche su quelli come lui?
è tutto da vedere.
Fatto sta che per Dio onnipotente, si intende la sua figura che è sovrana sul suo creato, poi se è onnipotente su tutto o no, non si può dimostrare. L' uomo sta cercando di scoprire da sempre la figura di Dio e le leggi che governano l' universo, cosa c' è oltre e qual' è il suo livello di forza, potremmo anche non scoprirlo mai, potrebbe essere solo un bambinone che gioca, e noi siamo i suoi Lego, oppure un essere onnipotente o magari è il sovrano di ogni cosa che c' è.
Gianluca ha scritto:
poi si diceva che in cielo c'è il paradiso e sotto terra l'inferno, ma abbiamo scoperto che sotto terra non c'è nulla se non lava e petrolio e oltre la volta celeste inizia lo spazio. perchè dobbiamo credere al resto?
1) Sono metafore, e lo pensavano anche loro, poichè avevano un forte tradizione dello studio astronomico. Non si è scoperto che il paradiso non sta sopra il cielo, grazie al viaggio sulla luna eh.
2) Il paradiso e l' inferno come vengono comunemente considerati, esistono solo nel cristianesimo.
Poi se vogliamo pensare o il cristianesimo ha tutte le risposte oppure non esiste nulla, beh pensatela come volete, ma vi sbagliate.
Non ritengo il cristianesimo la religione delle grandi verità, tuttavia è da amettere anche che molti vangeli non sono stati accettati dalla Chiesa, contenevano cazzate o verità scomode? E la bibbia nel corso dei secoli, è stata censurata, interpretata, riaddattata, ha subito millemila modifiche. Oggi come oggi ci si presenta un libro spiritualmente scarno.
Non vogliamo pensare che il cristianesimo abbia tutte le risposte, è il cristianesimo a pretendere di contenere la verità assoluta, di cui devi convincerti per essere cristiano. Poi scusami eh, ma Giordano Bruno non l'hanno mica bruciato in base a una metafora, così come non hanno bruciato i mille seguaci dell'eretico Dulcino in base a una metafora, come anche i quindici francescani che predicavano la povertà di cristo, come anche i 10000 ebrei e il 97000 condannati alla prigione perpetua sotto Sisto IV. In base a metafore? Vi prego, basta con questa storia delle metafore e dell'interpretazione: sono cose moderne! Cose che prima nessuno utilizzava e vengono tirate in ballo per cercare di tenere in piedi tutte le assurdità scritte nella Bibbia e portate avanti letteralmente dalla chiesa per due millenni. I cristiani non fanno che adattare le loro scritture e il loro pensieri al mondo moderno.
Prima si diceva che dio ha creato il mondo, adesso si dice che dio ha fatto esplodere il big bang, perchè ovviamente a prima di quest'ultimo non riusciamo a risalire.
[/quote]

L' uomo, non è un segreto, è stato sempre attratto dal potere di volare, e dal cielo.
In parte questo sogno si è realizzato, con l' aereo, che è stata una grande rivoluzione, ma non era certo quello che avevano in mente gli antichi.
Dalla leggendaria torre di Babele, alle piramidi egizie, dai templi maya, ai grattacieli di oggi, tutto è stato costruito con l' intento di avvicinarsi al cielo.
Perchè gli egiziani non hanno fatto le piramidi a triangolo equilatero con l' ipotenusa o il lato opposto appoggiati a terra, invece che farle come le conosciamo noi?
Sicuramente perchè non sarebbero state chissà quale bellezza, e perchè avrebbero occupato molto spazio, ma non sono questi i reali motivi.
Il vero motivo è che con queste costruzioni, cercava di avvicinarsi a Dio, un potere che ai Re interessava non poco.
Quando senti parlare i buddhisti di ascensione spirituale, non intendono il salire verso il cielo, ma un salire dal materiale verso la spiritualità di Dio.
Quando si legge di Satana scacciato dal regno di Dio e finito sotto terra, si intende la sua punizione, che è finito dal cielo di Dio alla terra del sotto mondo.
Significa che non solo non ha più quell' elevazione spirituale di Dio, ma addirittura è sotto terra, ancora meno che umano, perchè stiamo sopra
Su non possiamo pensare che per paradiso si intenda gli angioletti alati che stanno sopra le nuvole, o l' inferno che è fatto di terra e fuoco, ma manco a catechismo.

Tralasciando il fatto che i fondamentalisti ci sono sempre stati, da quelli islamici che oggi ci mettono tanta paura, a quelli cristiani che hanno fatto tabula rasa, e continuano ad esserci.
è vero che le religioni hanno creato, non si sa quanti morti e non si sa quante guerre, lo stesso John Lenon di cui è stato preso il pezzo dalla canzone sopra, dice: immagina che non ci sia il paradiso o guerre da far combattere in nome delle religioni.
La chiesa è nata con lo scopo di diffondere la parola di Cristo, e il Papa, come massima carica della chiesa, dovrebbe essere il Cristo di tutti i giorni.
Tuttavia possiamo vedere che il Papa, tutto è stato tranne che un Cristo, ha combattuto più guerre lui con i Re per il potere, che non si sa chi.
Allora siccome abbiamo avuto gente di questo tipo, mandaiamo a cag*** il messaggio di Cristo? dai non avrebbe senso.

Inoltre è normale che con l' evoluzione i testi antichi vengano riadattati all' attuale conoscenza.

P.s: visto che parlate di fisica quantistica vi vorrei ricordare, che due padri della fisica e cioè Albert Einstein e Isaac Newton, oltre a inventare la teoria della relatività e scoprire la forza di gravità, erano anche molto affascinati dal mondo spirituale.
Infatti, Einstein, ebreo convinto, ma anche terribilmente affascinato dalla figura di Cristo, di giorno creava la teoria della relatività, di notte si leggeva la Kabballah, e SI DICE che è proprio dalla Kabballah che ne ha preso spunto.
Invece Isaac Newton, cattolico convinto, ha scritto molte cose sull' alchimia, e SI DICE che abbia cercato per tutta la vita la leggendaria pietra filosofale.

Questo per far capire, che la storiella o sei un uomo di fede che a tutto risponde "mistero della fede" oppure sei un matematico che non crede all' esistenza di niente che non possa essere calcolato con la calcolatrice, è puramente una stronzata che ci hanno fatto credere.
Sia Isaac Newton che Einstein hanno fatto quello che hanno fatto, non per mettere in discussione l' esistenza di Dio, bensì per provarla, e per scoprire i segreti del suo creato.

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: La religione

Messaggio da Varel » 16 giu 2010, 14:25

Momento, momento, momento. "Onnipotente" significa "colui che può tutto", non "tutto trannè qualcosina", proprio tutto tutto. Il che naturalmente è inconcepibile per la realtà che osserviamo noi: potere tutto signnifica anche poter non potere, che ovviamente è contradditorio. L'onnipotenza non esiste, in base a questo.
Ma l'uomo non sta cercando di scoprire dio, non ci ha mai neanche provato. Dio inteso come figura senziente e operante, buono e giusto che sta nell'alto dei cieli è un'idea folle che caratterizza le più ridicole religioni rivelate e basta. Il dio che cerchiamo non è un dio, può essere un insieme di fenomeni inspiegabili che chiamiamo dio (es. creazione, fine del mondo, moto degli astri, vento, epidemie, miracoli, alchimia, magia, suggestione, eccetera), ma può anche essere il vuoto, ossia fenomeni di cui ignoriamo l'esistenza (forse sarebbe meglio dire "fenomeni che ignoriamo" e basta) e in cui ci mettiamo questo "dio". Ma dio può essere anche semplicemente tante nozioni, tanta conoscenza che non abbiamo ancora raggiunto. Possiamo anche chiamare dio un organismo di natura superiore, un extra-terrestre. Più di loro possiamo chiamarli "dèi".
Il concetto di dio è fluttuante e indefinito, proprio perchè ci manca la conoscenza. Ma questo dio, qualunque cosa esso sia degli esempi fatti, è comunque un fenomeno, non può fuggire alla realtà, fa parte del mondo, non è il creatore del tutto, ma ne fa parte, è solo un ente o una moltitudine di enti esistenti e spiegabili scientificamente.
E ovviamente con scienza non voglio dire la semplice sequenza di nozioni che tentano di propinarci come conoscenza autentica nei libri di fisica delle superiori o nei volumi di matematica. La scienza è il sapere, e fortunatamente va molto oltre. La fisica quantistica è stata una rivoluzione per noi, ma in confronto a tutte le cose che esistono e continuiamo a ignorare, è solo un limite, una spiegazione che preferiamo (vai a capire perchè) ad altre innumerevoli possibili spiegazioni.
Ad ogni modo, il mio discorso di prima era riferito al dio cristiano, ebraico, musulmano. Se poi vogliamo estendere il concetto di dio, l'argomento diventa disperatamente vasto.
L' uomo, non è un segreto, è stato sempre attratto dal potere di volare, e dal cielo.
In parte questo sogno si è realizzato, con l' aereo, che è stata una grande rivoluzione, ma non era certo quello che avevano in mente gli antichi.
Dalla leggendaria torre di Babele, alle piramidi egizie, dai templi maya, ai grattacieli di oggi, tutto è stato costruito con l' intento di avvicinarsi al cielo.
Perchè gli egiziani non hanno fatto le piramidi a triangolo equilatero con l' ipotenusa o il lato opposto appoggiati a terra, invece che farle come le conosciamo noi?
Sicuramente perchè non sarebbero state chissà quale bellezza, e perchè avrebbero occupato molto spazio, ma non sono questi i reali motivi.
Il vero motivo è che con queste costruzioni, cercava di avvicinarsi a Dio, un potere che ai Re interessava non poco.
Quando senti parlare i buddhisti di ascensione spirituale, non intendono il salire verso il cielo, ma un salire dal materiale verso la spiritualità di Dio.
Quando si legge di Satana scacciato dal regno di Dio e finito sotto terra, si intende la sua punizione, che è finito dal cielo di Dio alla terra del sotto mondo.
Significa che non solo non ha più quell' elevazione spirituale di Dio, ma addirittura è sotto terra, ancora meno che umano, perchè stiamo sopra
Su non possiamo pensare che per paradiso si intenda gli angioletti alati che stanno sopra le nuvole, o l' inferno che è fatto di terra e fuoco, ma manco a catechismo.
Ma no, ma no. Nella metanlità del tempo era tutto vero ed esattamente com'è scritto nelle varie bibbie e scritture company, e forse era meglio così. Nessun buddhista, spero, professa di voler raggiungere o avvicinarsi a dio. L'elevazione spirituale è una cosa tangibile e vera, che esula in un certo qual modo l'idea di dio, restando qualcosa di puramente umano. La ricerca della meditazione buddhista non è la ricerca di dio, è una cosa completamente diversa.
E non è neanche vero che l'uomo è attratto dal cielo, personalmente non me n'è mai importato di svolazzare, non ricordo di averlo mai sognato, non ricordo di averlo mai desiderato.
E i grattacieli sono costruiti così per ragioni di praticissima e semplice urbanistica.
Lo ripeto: l'idea del dio senziente e buono, onnipotente e pietoso, è un semplice prodotto della mente umana, chiunque abbia studiato psicologia lo sa.

Può forse esistere un qualche "dio", ma la denominazione è impropria. Se chiamiando "dio" pensiamo al dio cristiano abbiamo sbagliato tutto, dio è un'altra cosa.
Non entro nel discorso di Satana altrimenti facciamo notte. :Very Happy:
Tralasciando il fatto che i fondamentalisti ci sono sempre stati, da quelli islamici che oggi ci mettono tanta paura, a quelli cristiani che hanno fatto tabula rasa, e continuano ad esserci.
è vero che le religioni hanno creato, non si sa quanti morti e non si sa quante guerre, lo stesso John Lenon di cui è stato preso il pezzo dalla canzone sopra, dice: immagina che non ci sia il paradiso o guerre da far combattere in nome delle religioni.
La chiesa è nata con lo scopo di diffondere la parola di Cristo, e il Papa, come massima carica della chiesa, dovrebbe essere il Cristo di tutti i giorni.
Tuttavia possiamo vedere che il Papa, tutto è stato tranne che un Cristo, ha combattuto più guerre lui con i Re per il potere, che non si sa chi.
Allora siccome abbiamo avuto gente di questo tipo, mandaiamo a cag*** il messaggio di Cristo? dai non avrebbe senso.
Chiesa e messaggio di cristo sono due cose diverse, mandare a quel paese la prima non include la seconda, anche se a mio avviso sarebbe bello facesse le valige anche lei.
Inoltre è normale che con l' evoluzione i testi antichi vengano riadattati all' attuale conoscenza.
Nocchenonènnormale. I testi sacri del vostro credo hanno pretesa di assolutezza e verità inopinabile. Non puoi cambiarne la lettura con il tempo, adattandola e giustificandola in modi più o meno patetici, man mano che ci accorgiamo che ci sono scritte delle schifezze indicibili.

Avatar utente
ibanez96
Maestro
Maestro
Messaggi: 1131
Iscritto il: 05 giu 2009, 22:37
Località: Catania
Contatta:

Re: La religione

Messaggio da ibanez96 » 16 giu 2010, 14:30

Reziel ha scritto:L'uomo si rifugia nella religione quando non ha altro a cui aggrapparsi..Vi siete mai chiesti perchè i paesi (e le persone in genere)più religiose sono quelle piu povere?

A prescindere da ciò,io credo in Dio ma,se ammiravo Woitila per il suo modernismo,la sua apertura e la sua forza (per me è stato il primo vero papa in 2000 anni di storia),con Ratzinger (o per chi vuole L'imperatore Lord Sithus)ho voltato definitivamente le spalle alla chiesa...mi danno rabbia troppe cose e sono stufo di gente che mi dice di sperare e sperare e sperare...c'è troppo schifo in giro,tanto da farti desiderare che Dio non esista,perchè non saprei dare una spiegazione a tutto ciò altrimenti...credo in Gesù anche se penso che la vera storia non la sapremo mai con tutte le censure,gli adattamenti e i frammenti andati persi nel tempo.Oscillo tra una posizione simil cristiana ad una agnostica.

Senza contare poi tutte quelle cavolate su miracoli,apparizioni,stigmate...per non parlare del business..."compra anche tu lo straordinario anello del potere di padre pio!Controlla i tuoi avversari con la carta madonnuzza bella e scaglia i soldatini originali (made in vaticano) dei discepoli dello zodiaco (con giuda in edizione limitata "kiss killer" )!"



Per quanto riguarda la vita dopo la morte e la ricompensa...beh sin da piccolo volevo fare lo scienziato per darmi delle risposte.E la mia ricompensa sarà questa,SAPERE.Se non ci sarà nulla pazienza,ma se ci sarà un Dio beh dovrà spiegarmi un bel po' di cose,del tipo "dove ca**o eri nel medioevo?E mentre torturavano gli ebrei surfavi su una delle m-brane e non sentivi le urla?


Non credo in un inferno perchè l'esperienza ci forgia e se si diventa "cattivi" a volte non è colpa nostra.C'è stato dato il libero arbitrio (o ce lo siamo presi da solo venendo fuori a calci e pugni da una cellula primordiale) e poi si viene puniti?Perchè?

Forse dopo la morte si acquista la pura coscienza di ciò che si è fatto in vita e allora il vero inferno è capire fino in fondo i propri errori...ma qui sfociamo nella fantascienza...

Prego Dio perchè mi aiuti a superare gli ostacoli che indirettamente lui stesso mi ha messo davanti...ma provo una grande rabbia per il suo (non)operato...

Solo davanti alle meraviglie della natura mi perdo ,stupefatto della loro bellezza...e allora mi viene da pensare che se c'è un entità dietro deve essere un ingegnere dannatamente bravo.
QUOTO, STRAQUOTO E STRASTRAQUOTO! questo è il mio stesso pensiero più o meno..
Immagine
Immagine

IL MIO PROFILO FACEBOOK, AGGIUNGETEMI NEESKIANI :D https://www.facebook.com/gabrygrimaldi
Gear:
Kramer Focus 3000 w/Duncan DIstortion
Fender Stratocaster Highway One
Bugera v5 + BUGERA 212V-BK
Excalibur Holy Grail ( Distorsore)
Excalibur Tone Screamer ( Od)

Avatar utente
Frank Flicker
Maestro
Maestro
Messaggi: 5930
Iscritto il: 10 mag 2007, 13:39
Località: bergamo/brescia

Re: La religione

Messaggio da Frank Flicker » 16 giu 2010, 14:46

Varel ha scritto: Ma questo è un cavillo, stai spiegando dio attraverso dio. Ma in questo modo non si arriva da nessuna parte. Alla dimostrazione matematica che l'onnipotenza non può esistere, non si può mica rispondere che dio può anche cambiare le leggi della fisica, non è una vera risposta.
Alla velocità della luce il tempo e lo spazio fanno da così a così, ma rispondono comunque a delle leggi ben precise, e sono comunque fenomeni che rientrano nella fisica tradizionale, che è sempre la stessa.
dico, ma scherzi? nella meccanica quantistica una particella può trovarsi in un luogo e nell'istante dopo può trovarsi da tutt'altra parte. non va secondo una traiettoria, ma "scompare" da una parte e "riappare" da un'altra. e non sto parlando di cambiare leggi, ma di utilizzare quelle che già esistono! alrimenti Einstain cosa ha scoperto?
Finche l'uomo si arrogherà il diritto di conoscere così tante cose, di essere così potente e dotto da poter mettere in disparte Dio, allora certo che Dio potrebbe non esistere!

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: La religione

Messaggio da Varel » 16 giu 2010, 14:53

Frank Flicker ha scritto:
Varel ha scritto: Ma questo è un cavillo, stai spiegando dio attraverso dio. Ma in questo modo non si arriva da nessuna parte. Alla dimostrazione matematica che l'onnipotenza non può esistere, non si può mica rispondere che dio può anche cambiare le leggi della fisica, non è una vera risposta.
Alla velocità della luce il tempo e lo spazio fanno da così a così, ma rispondono comunque a delle leggi ben precise, e sono comunque fenomeni che rientrano nella fisica tradizionale, che è sempre la stessa.
dico, ma scherzi? nella meccanica quantistica una particella può trovarsi in un luogo e nell'istante dopo può trovarsi da tutt'altra parte. non va secondo una traiettoria, ma "scompare" da una parte e "riappare" da un'altra. e non sto parlando di cambiare leggi, ma di utilizzare quelle che già esistono! alrimenti Einstain cosa ha scoperto?
Finche l'uomo si arrogherà il diritto di conoscere così tante cose, di essere così potente e dotto da poter mettere in disparte Dio, allora certo che Dio potrebbe non esistere!
Sì scusa ho sbagliato parola, togli tradizionale e mettici "reale". La fisica, che noi la conosciamo no, è sempre quella. La realtà non cambia, ci sono solo cose che sappiamo e cose che non sappiamo.
Ma non vedo come questo potrebbe dimostrare che dio esiste o no.
Non è questione di quello che l'uomo sa, l'uomo non sa niente, ma questo non gli dà motivo di pensare a dio.

Avatar utente
alexi_laiho
Maestro
Maestro
Messaggi: 6192
Iscritto il: 31 lug 2008, 01:21
Località: Caltavuturo (PA)

Re: La religione

Messaggio da alexi_laiho » 16 giu 2010, 15:06

Varel ha scritto:
Frank Flicker ha scritto:
Varel ha scritto: Ma questo è un cavillo, stai spiegando dio attraverso dio. Ma in questo modo non si arriva da nessuna parte. Alla dimostrazione matematica che l'onnipotenza non può esistere, non si può mica rispondere che dio può anche cambiare le leggi della fisica, non è una vera risposta.
Alla velocità della luce il tempo e lo spazio fanno da così a così, ma rispondono comunque a delle leggi ben precise, e sono comunque fenomeni che rientrano nella fisica tradizionale, che è sempre la stessa.
dico, ma scherzi? nella meccanica quantistica una particella può trovarsi in un luogo e nell'istante dopo può trovarsi da tutt'altra parte. non va secondo una traiettoria, ma "scompare" da una parte e "riappare" da un'altra. e non sto parlando di cambiare leggi, ma di utilizzare quelle che già esistono! alrimenti Einstain cosa ha scoperto?
Finche l'uomo si arrogherà il diritto di conoscere così tante cose, di essere così potente e dotto da poter mettere in disparte Dio, allora certo che Dio potrebbe non esistere!
Sì scusa ho sbagliato parola, togli tradizionale e mettici "reale". La fisica, che noi la conosciamo no, è sempre quella. La realtà non cambia, ci sono solo cose che sappiamo e cose che non sappiamo.
Ma non vedo come questo potrebbe dimostrare che dio esiste o no.
Non è questione di quello che l'uomo sa, l'uomo non sa niente, ma questo non gli dà motivo di pensare a dio.
altrimenti addio mistero della fede e dogmi... :wink:
lespaul ha scritto:
Frusciante ha scritto:stó imparando da questo forum...che é molto saggio evitare di mettersi contro dei metallari...soprattutto se in BRANCO. :lollol:

IN METAL WE TRUST!!

Avatar utente
Varel
Maestro
Maestro
Messaggi: 8765
Iscritto il: 31 mar 2009, 19:31
Località: Bologna violenta

Re: La religione

Messaggio da Varel » 16 giu 2010, 15:24

alexi_laiho ha scritto:
Varel ha scritto:
Frank Flicker ha scritto: dico, ma scherzi? nella meccanica quantistica una particella può trovarsi in un luogo e nell'istante dopo può trovarsi da tutt'altra parte. non va secondo una traiettoria, ma "scompare" da una parte e "riappare" da un'altra. e non sto parlando di cambiare leggi, ma di utilizzare quelle che già esistono! alrimenti Einstain cosa ha scoperto?
Finche l'uomo si arrogherà il diritto di conoscere così tante cose, di essere così potente e dotto da poter mettere in disparte Dio, allora certo che Dio potrebbe non esistere!
Sì scusa ho sbagliato parola, togli tradizionale e mettici "reale". La fisica, che noi la conosciamo no, è sempre quella. La realtà non cambia, ci sono solo cose che sappiamo e cose che non sappiamo.
Ma non vedo come questo potrebbe dimostrare che dio esiste o no.
Non è questione di quello che l'uomo sa, l'uomo non sa niente, ma questo non gli dà motivo di pensare a dio.
altrimenti addio mistero della fede e dogmi... :wink:
Fratello, sei qui *_*

Avatar utente
alexi_laiho
Maestro
Maestro
Messaggi: 6192
Iscritto il: 31 lug 2008, 01:21
Località: Caltavuturo (PA)

Re: La religione

Messaggio da alexi_laiho » 16 giu 2010, 15:40

Varel ha scritto: Fratello, sei qui *_*
:Very Happy:
lespaul ha scritto:
Frusciante ha scritto:stó imparando da questo forum...che é molto saggio evitare di mettersi contro dei metallari...soprattutto se in BRANCO. :lollol:

IN METAL WE TRUST!!

Avatar utente
Gianluca
Esperto
Esperto
Messaggi: 305
Iscritto il: 01 mar 2010, 13:30

Re: La religione

Messaggio da Gianluca » 16 giu 2010, 16:31

Innanzitutto io non sono cristiano, ho avuto i suoi insegnamenti da bambino, poi sono diventato ateo più convinto di te, poi un anno fa più o meno, ho cominciato a pensare che era tutto troppo assurdo e che ci doveva essere lo zampino di un qualcosa di più grande di noi, dietro al mondo, poi ho capito che tutto questo ateismo che gira in questo periodo, ci è stato solo inculcato in testa, mentre noi pensiamo che è venuto fuori di testa nostra, allora da qualche mese mi sto documentando su chi possa essere e cosa sia vero e cosa non, ho scoperto tante cose di cui proprio ignoravo l' esistenza, ma sono ancora in alto mare.
Nocchenonènnormale. I testi sacri del vostro credo hanno pretesa di assolutezza e verità inopinabile. Non puoi cambiarne la lettura con il tempo, adattandola e giustificandola in modi più o meno patetici, man mano che ci accorgiamo che ci sono scritte delle schifezze indicibili.
Non è vero, la stessa frase o lo stesso simbolo, cambia completamente significato da persona a persona, in basa al grado di coscienza di ognuno.
Chiesa e messaggio di cristo sono due cose diverse, mandare a quel paese la prima non include la seconda, anche se a mio avviso sarebbe bello facesse le valige anche lei.
Vabbè dai, la Chiesa ce l' ho mandata pure io, ma il messaggio di Cristo come si fa? Allora evviva l' odio, la guerra e la morte...

Le piramidi, puntano sulla costellazione di Orione, questo è uno dei grandi misteri del mondo.
Tratto dalla Bibbia sulla torre di babele: Si dissero l'un l'altro: "Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco". Il mattone servì loro da pietra e il bitume da cemento. Poi dissero: "Venite, costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra".
Il cielo è sempre stato di enorme interesse per l' uomo, ovvio che i grattacieli non sono fatti per lo stesso motivo, tuttavia c' è sempre stato questo impulso per l' uomo di costruire verso l' alto, poi se non è un tuo desiderio, non vuol dire che non lo sia per altri.
Per quanto riguarda l' inferno sottoterra ecc. nella Bibbia non è mai citata la parola Inferno, solo Cristo nel vangelo ne parla, usandolo come metafora di una valle dove vnivano bruciati i rifiuti.

Onnipotente, può tutto verso tutto quello che ha creato, non verso se stesso.
Per l' uomo, la figura di Dio è il massimo a cui può immaginare, nulla che non comprenda il suo creato e il suo autore, può essere concepibile per noi.
Ma l'uomo non sta cercando di scoprire dio, non ci ha mai neanche provato.
Non è vero.
Il dio che cerchiamo non è un dio, può essere un insieme di fenomeni inspiegabili che chiamiamo dio (es. creazione, fine del mondo, moto degli astri, vento, epidemie, miracoli, alchimia, magia, suggestione, eccetera), ma può anche essere il vuoto, ossia fenomeni di cui ignoriamo l'esistenza (forse sarebbe meglio dire "fenomeni che ignoriamo" e basta) e in cui ci mettiamo questo "dio". Ma dio può essere anche semplicemente tante nozioni, tanta conoscenza che non abbiamo ancora raggiunto.
Si queste forze che agiscono vengono chiamate Il grande architetto
Ad ogni modo, il mio discorso di prima era riferito al dio cristiano, ebraico, musulmano. Se poi vogliamo estendere il concetto di dio, l'argomento diventa disperatamente vasto.
eh lo so, ma non si può dire: o la bibbia è vera o Dio non esiste.
Perchè potrebbero esserci tante altre cose, pensarla così è limitato.

Inoltre se non ti va a genio l' idea di un Dio caro e buono, c' è la dottrina gnostica, quella luciferiana, e anche il vangelo di Giuda, che offrono moltissimi spunti di riflessione.

Avatar utente
matte92or
Esperto
Esperto
Messaggi: 572
Iscritto il: 11 dic 2009, 21:30

Re: La religione

Messaggio da matte92or » 16 giu 2010, 21:40

grande architetto??
ma non era nel film MATRIX? xD
Immagine
Immagine
Immagine


Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti